Lodi, attivi sportelli per contrasto a gioco patologico

Nell’ambito dell’attuazione del Piano Locale per il contrasto del Gioco d’Azzardo Patologico (GAP), l’Azienda Socio Sanitaria Territoriale di Lodi ha attivato due nuovi Sportelli rivolti ai giocatori e ai loro familiari a cui si può accedere liberamente, gratuitamente e in anonimato per avere un primo contatto e un confronto con i professionisti del Servizio Dipendenze.

Lo Sportello “fisico” è collocato al piano rialzato dell’Ospedale Maggiore di Lodi. Il secondo è invece uno Sportello Online.

“Gli accessi al Servizio non rispecchiano quantitativamente l’entità del problema sul territorio, sono però indicativi qualitativamente della complessità del fenomeno. Le analisi statistiche confermano, infatti, proprio in questi anni una impennata della dipendenza da giochi on line. I pochi accessi si possono spiegare con la difficoltà del giocatore nel chiedere aiuto e soprattutto nel rivolgersi al SERD, conosciuto sul territorio come un servizio dedicato “solo” alle tossicodipendenze. Anche la pandemia, e la paura di contrarre l’infezione presso le strutture socio-sanitarie, ha contribuito a frenare gli accessi al Servizio. I nuovi sportelli dedicati al gioco d’azzardo sono stati progettati e aperti proprio per cercare di raggiungere il maggior numero possibile di persone, rendendo l’accesso e la richiesta d’aiuto più semplice e differenziata in modo che ognuno possa scegliere la modalità che ritiene migliore”, ha detto Concettina Varango, Direttrice del Servizio Dipendenze dell’ASST di Lodi. cdn/AGIMEG