Faenza: via libera ad una sala giochi vicino ad una chiesa. “Ma dovrà chiudere entro 10 anni”

Via libera per una sala slot di Faenza, in provincia di Ravenna, che, nonostante la vicinanza ad un luogo sensibile, una parrocchia, ha ottenuto l’autorizzazione “per la trasformazione di un locale commerciale in centro scommesse con opere edili di manutenzione straordinaria”.

La decisione è arrivata nonostante l’aggiornamento della mappa dei luoghi sensibili nel Comune. Il distanziometro prevede una distanza minima di 500 metri dai luoghi sensibili e il centro scommesse è risultato invece all’interno di questo raggio rispetto ad una parrocchia.

Il Consiglio Urf comunale ha tuttavia dato l’autorizzazione alla trasformazione del locale, a patto che “l’attività di sala slot/sala scommesse dovrà cessare entro il periodo necessario a consentire l’ammortamento degli investimenti effettuati e, comunque, non oltre 10 anni computati dalla data di esecutività della delibera”. – riporta il “Corriere Romagna.
Inoltre, gli avventori non potranno in alcun modo accedere al locale dalle porte di sicurezza ma solo da quella principale.

Per quanto riguarda l’insegna della sala, invece, il titolare dovrà ottenere l’autorizzazione amministrativa, dopo aver presentato al Comune l’apposita Scia. cdn/AGIMEG