Esports, il settore a un bivio: dalle scommesse a una normativa dedicata, fino all’ingresso alle Olimpiadi

Si è tenuta a Roma la prima edizione dell’Italian Gaming Expo, una due giorni dedicata al settore del gioco, delle scommesse e dell’intrattenimento. In questo contesto, di particolare interesse è stato il panel “La scommessa degli Esports”, dedicato al mercato dei videogiochi competitivi.

Luigi Ughi, CEO e co-founder di Giotto, ha dichiarato: “Abbiamo creato una piattaforma dove abbiamo selezionato da tutto il mercato europeo i prodotti migliori. Quindi siamo pronti per portarlo sul campo, la nostra piattaforma è lo strumento giusto per i negozi di gioco, che hanno bisogno di prodotti nuovi. Portare un gioco aggiuntivo significa mantenere viva la rete sul territorio. Siamo contenti di portare innovazione, il regolatore è scettico su queste cose, non capiamo perché, noi siamo dalla parte del regolatore perché l’integrità fa parte della nostra cultura e del nostro patrimonio”.

A proseguire la tavola rotonda è stato Luca Pagano, CEO e co-founder di Qlash: “Il settore degli Esports va regolamentato, si tratta di giochi che vengono praticati anche da minori quindi la regolamentazione deve incidere anche su questo. Il sistema è pronto per accogliere i numerosi giocatori ma necessita di una normativa dedicata”.

Poi l’avvocato Stefano Sbordoni: “Sarebbe necessario avere un singolo regolamento in Italia sugli Esports, come hanno fatto gli altri Stati membri dell’Europa. Quindi le società che propongono eventi Esports seguono determinate regole che sono dettate dalle federazioni sportive, che possono così certificare i risultati delle competizioni”.

La scommessa degli Esports
Esports: scommesse, normativa e Olimpiadi

Sul palco anche Ludovico Calvi, presidente ULIS: “Gli Esports dovranno essere regolamentati a livello anche olimpico, dovranno diventare disciplina olimpica. Al momento c’è contrarietà da parte della presidenza, ma quando i vertici cambieranno gli Esports verranno sicuramente inclusi nelle Olimpiadi”.