Tassa Salva Sport, al Tar Lazio i ricorsi di Betfair, in attesa di sentenza, e Betflag, che ha chiesto il rinvio

La Tassa Salva Sport torna al Tar Lazio, questa mattina si sono svolte le udienze di merito dei ricorsi intentati da Betfair e Betflag, ma le due compagnie hanno scelto percorsi diversi. Bertfair – secondo quanto si apprende da fonti giudiziarie – ha discusso il ricorso, se il Collegio riterrà la questione matura per la decisione emetterà sentenza  nell’arco di due mesi. Betflag al contrario ha chiesto un rinvio, e il Collegio ha  fissato la nuova udienza al 20 ottobre prossimo.

La tassa è stata introdotta circa un anno fa con il decreto Rilancio, prevede che i concessionari delle scommesse versino un prelievo dello 0,5% sulle giocate raccolte per alimentare un Fondo, destinato appunto a sostenere in questa fase il settore dello sport. La misura è stata contestata fin da subito, e diversi concessionari hanno intentato ricorso facendo leva sulle criticità che sorgono per ciascun prodotto, scommesse sportive, ippiche e betting exchange.

I ricorsi di oggi riguardano il betting exchange e le scommesse ippiche. Nel caso dell’exchange, hanno impugnato sia Betfair che Betflag, sostenendo che il Salva Sport abbia ripercussioni pesantissime: dal momento che il prelievo supera la commissione trattenuta gli operatori, i Monopoli hanno stabilito che la tassa vada scaricata sui giocatori. In questo modo tuttavia il betting exchange diventa meno remunerativo e i concessionari italiani non riescono a essere competitivi rispetto agli operatori stranieri. Nel caso delle ippiche, invece, ha intentato ricorso solo BetFlag per sostenere che la tassa sia illegittima: il decreto Rilancio addossa infatti il prelievo alle sole scommesse sportive e non menziona le corse dei cavalli. Tuttavia, l’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – nel decreto di settembre 2020 con cui ha dato attuazione alla misura – ha incluso anche queste ultime.

Secondo quanto apprende Agimeg, Betflag ha chiesto il rinvio  per poter impugnare con dei motivi aggiunti una circolare ADM di marzo che ha definito le modalità di calcolo del prelievo. Questo provvedimento potrebbe infatti creare delle distorsioni nel mercato. A questo punto i ricorsi di Betflag potrebbero essere trattarti insieme a quelli intentati da altri concessionari delle scommesse sportive tradizionali. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here