Torino: via libera a due ordini del giorno che impediscono modifiche a legge regionale sul contrasto del gioco d’azzardo patologico

A Torino, il Consiglio comunale, con 25 voti favorevoli e un voto contrario, ha approvato due Ordini del giorno a tutela delle misure della Legge regionale che disciplina le norme per la prevenzione e il contrasto alla diffusione del gioco d’azzardo patologico. Il primo atto sottoscritto da alcuni consiglieri di maggioranza del M5S impegna la sindaca a interloquire con la giunta regionale per tutelare gli intendimenti della legge attualmente in vigore. Un secondo atto sottoscritto da alcuni consiglieri del Pd impegna invece la Giunta di Palazzo civico ad attivarsi nei confronti della Regione Piemonte affinché la legge non sia modificata in nessuno dei suoi articoli, al fine di non interrompere e prolungare i positivi effetti della stessa sul territorio. “Garantisco il massimo sostegno all’iniziativa della Sala Rossa. Oggi disponiamo anche di dati concreti che confermano l’efficacia della legge regionale”, le parole della sindaca Chiara Appendino, come riporta TorinoOggi. “Ho votato contrariamente agli ordini del giorno del M5S e del PD sulla modifica alla Legge Regionale 2 maggio 2016 sul gioco d’azzardo, non perché favorevole alle ludopatie, ma perchè, come analizzato dal proponente della modifica della Legge Regionale, tale provvedimento aveva fatto perdere molte risorse economiche e posti di lavoro a numerosi imprenditori, senza reali impatti sul fenomeno serio della ludopatia”, ha aggiunto la Consigliera comunale Federica Scanderebech. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here