Thiene (VI): inasprite le sanzioni per chi non rispetta l’ordinanza che limita orari di funzionamento degli apparecchi da gioco

Stretta sul gioco nella provincia di Vicenza. Il Comune di Thiene ha deciso di inasprire le sanzioni applicabili passando dai 250 euro del 2016 agli attuali 400 euro. In particolare, l’Amministrazione Casarotto ha potuto constatare che l’importo di 250 euro della sanzione si è rivelato inefficace in termini di contrasto alla violazione dell’ordinanza sindacale che da marzo 2015 limita gli orari di apertura dalle 10:00 alle 13:00 e dalle 17:00 alle 22:00 delle sale giochi e del funzionamento degli apparecchi da gioco. “E’ un ulteriore tentativo di rendere ancora più incisiva la funzione deterrente delle sanzioni, anche se molto spesso queste vengono snobbate, soprattutto dalle sale slot”, ha detto Alberto Samperi, assessore alla sicurezza e al commercio. “Continueremo ad impegnarci nel contrasto alla ludopatia: di riflesso all’inasprimento delle sanzioni, abbiamo già mandato alla polizia locale Nordest vicentino di intensificare i controlli in tutta la città e nei paesi limitrofi”, ha aggiunto. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here