Sen. Pedrizzi: “Eliminare la pubblicità del gioco toglie chiarezza e rende impossibile poter scegliere tra gioco legale e illegale”. Ecco i video

“Eliminare la pubblicità del gioco toglie chiarezza e mette il consumatore in difficoltà sul poter scegliere tra gioco legale e illegale. Questo è dimostrato dal caso della Puglia che ha fatto retromarcia sull’attuazione della normativa sul gioco. Lì, il gioco illegale aveva conquistato il 50% del settore, come è successo in Piemonte dove sono in corso verificare per poter modificare la legislazione. Bisogna allargare il perimetro della legalità per ridurre l’illegalità”. E’ quanto ha detto Riccardo Pedrizzi, già Senatore della Repubblica ed esperto del settore dei giochi, durante il convegno Eurispes “Il Gioco in Italia: tra criticità e opportunità”. “Il distanziometro incentiva il ludopatico a recarsi nei luoghi di gioco, poichè questi vengono a trovarsi lontano dalla sua abitazione o dal posto di lavoro, consentendogli così maggiore privacy. Auspico un passo indietro nelle regolamentazioni così da tutelare quello che è un problema sia sanitario che occupazionale. Inoltre, con l’espansione dell’online si rende necessaria una regolamentazione che sia al passo con i tempi. Per concludere, credo che per dare dignità ai giochi bisogna collegarli ad attività socialmente utili, come lo era a suo tempo il Totocalcio”, ha concluso. ac/AGIMEG