Virginia Raggi (sindaca Roma): “Siamo la prima città ad ottenere i dati da remoto per controllo Vlt. Così controlleremo e sanzioneremo chi non rispetta le fasce orarie senza bisogno di controlli sul posto”

Roma è la prima tra le grandi città italiane che potrà ottenere da remoto – attraverso un sistema fornito dall’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli – i dati relativi all’accensione e allo spegnimento degli apparecchi VLT. Si sono concluse infatti tutte le operazioni necessarie all’avvio della prima utenza che rivoluzionerà il sistema dei controlli. Il programma permetterà di conoscere in tempo reale quali sono le attività che non rispettano le fasce orarie di accensione e spegnimento degli apparecchi da gioco stabilite lo scorso anno attraverso l’ordinanza “no-slot” della sindaca Virginia Raggi. “Da giugno 2017 per contrastare l’azzardopatia, una vera e propria piaga sociale che rovina migliaia di famiglie, abbiamo deciso di limitare gli orari per l’accensione degli apparecchi da gioco con vincita in denaro a non più di otto ore al giorno: dalle 9 alle 12 e dalle 18 alle 23. Al di fuori di tali fasce orarie gli apparecchi, collocati in sale dedicate al gioco e in esercizi autorizzati, devono essere spenti, inaccessibili agli utenti, privati dell’alimentazione e scollegati dal sistema. A Roma ci sono più di 50mila apparecchi, e tenerli sotto controllo contemporaneamente era ovviamente impossibile. Ora basterà un semplice click per scovare i contravventori e sanzionarli”, dichiara la sindaca Virginia Raggi. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here