Rouge et Noir, processo Corallo, prossima udienza il 27 febbraio. Contestata la costituzione di ADM come parte civile, e un vizio di notifica alla Global Starnet

È appena terminata la prima udienza di fronte al Tribunale di Roma sul processo Rouge et Noir, la prossima udienza si terrà il prossimo 27 febbraio. Il collegio – presieduto dal giudice Pisano – nella prossima udienza si pronuncerà su una serie di eccezioni che oggi hanno sollevato gli indagati. Le principali riguardano il difetto di notifica della conclusione delle indagini alla Global Starnet e la costituzione dell’Agenzia delle dogane e dei Monopoli come parte civile. Per quanto riguarda la Global, anche il pm ha riconosciuto che la notifica non sia stata effettuata, perché – ha spiegato – in quella fase del procedimento non era prevista dalla normativa. “Qualora il Collegio voglia accogliere l’eccezione” ha concluso, “chiedo di stralciare solamente la posizione della compagnia, nei cui confronti il procedimento può proseguire autonomamente” . Per l’ADM, invece, gli imputati hanno sostanzialmente sottolineato che l’Amministrazione non abbia subito alcun danno: il prelievo erariale è comunque stato versato, anche se ricorrendo alla rateizzazione. Peraltro la stessa ADM aveva ammesso in una circolare che le concessionarie delle slot potessero ricorrere alla rateizzazione. gr/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here