Gioco online, Logico risponde a Il Fatto Quotidiano: “Segmento più controllato in Italia e nel mondo. Stesse misure andrebbero adottate anche dalla rete fisica con la Tessera del Giocatore”

“Il gioco a distanza regolato da ADM è il comparto più controllato, in Italia e nel mondo, l’unico che offra importanti tutele, grazie all’identificazione attraverso Codice Fiscale e documenti, per contrastare gioco minorile e riciclaggio: limiti periodici di deposito, autoesclusione da tutti i siti mediante Registro Unico. Sin dall’apertura del conto gioco, ogni movimentazione avviene attraverso Sogei, garantendo tutela dei giocatori e controllo su Concessionari GAD”. E’ quanto sottolinea Logico (Lega Operatori di Gioco Online), in una nota in replica al Fatto Quotidiano ed ad un articolo del 22 febbraio scorso in cui si parlava della crescita del settore del gioco e della pericolosità dell’online. Nell’articolo si parlava anche delle “vittime” del gioco online: “la spesa media su circuito online ADM – continua Logico – è di soli 52€ al mese (2 caffè al giorno), frutto delle misure di autotutela, recepite da best practice internazionali. Sarebbe necessario adottare tali misure in rete fisica, con la Tessera del Giocatore. Riteniamo che l’unica misura efficace del Decreto Dignità nel contrasto al gioco compulsivo sia l’uso della tessera sanitaria, ad oggi limitata solo alla verifica della maggiore età. Il divieto di pubblicità invece danneggia l’unico comparto in grado di arginare efficacemente il fenomeno, grazie alla tecnologia”. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here