UK sigla Convenzione europea contro il match-fixing per tutelare l’integrità dello sport e delle scommesse

Il Regno Unito ha siglato la Convenzione sulla manipolazione delle competizioni sportive, divenendo il 34esimo membro del Consiglio europeo a schierarsi ufficialmente contro il match-fixing. La convenzione, firmata dal Ministro per il digitale, Cultura, Media e Sport Mims Davies, è l’unico quadro giuridico vincolante per affrontare le partite truccate, stabilendo processi per gli Stati membri del Consiglio d’Europa per collaborare nella lotta alla corruzione legata allo sport. “Il match-fixing è una vera minaccia per l’integrità dello sport”, ha detto Davies. “Si tratta di una questione transfrontaliera e solo attraverso uno sforzo internazionale coordinato possiamo mitigare i rischi”. Il vice segretario generale del Consiglio d’Europa, Gabriella Battaini-Dragoni, ha aggiunto: “Accolgo con grande favore la firma del Regno Unito alla Convenzione del Consiglio d’Europa sulla manipolazione delle competizioni sportive. Questo trattato è l’unico strumento internazionale legalmente vincolante contro le partite truccate e le scommesse illegali”, ha affermato. Anche Richard Watson, executive director for enforcement and intelligence della UK Gambling Commission, ha accolto positivamente la decisione del Governo britannico di firmare il trattato. “Dimostra il nostro impegno per la collaborazione internazionale nella lotta contro la manipolazione delle competizioni sportive e per proteggere l’integrità delle scommesse sportive in Gran Bretagna”, ha detto Watson. cr/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here