Contributi a fondo perduto per attività di scommesse, bingo, lotterie e sale giochi, dilazione Preu e iscrizione Registro Unico operatori di gioco. Dl Ristori: il testo passa in Senato con la fiducia

Il Senato ha approvato questa notte, in prima lettura, il ddl che converte in legge i decreti Ristori, dopo che il Governo aveva posto la questione di fiducia. Hanno votato a favore 154 senatori, contrari 122. Per quanto riguarda il settore dei giochi, il contributo a fondo perduto viene adesso riconosciuto anche alle “attività connesse con le lotterie e le scommesse, comprese le sale bingo” (nella misura del 200% della misura già prevista nel decreto Rilancio della scorsa primavera), e alle attività di “gestione di apparecchi che consentono vincite in denaro funzionanti a moneta o a gettone” (per il 100%). Viene dilazionato poi il pagamento della quinta rata del Preu 2020, e viene modificata la disciplina del Registro Unico degli operatori di gioco. Una volta che il testo sarà legge, l’iscrizione sarà necessaria anche per i concessionari delle lotterie istantanee e per le attività che producono e istallano le ticket redemption. Il testo passa adesso alla Camera, dovrà essere convertito in legge entro il 27 dicembre. lp/AGIMEG