Stati Uniti, il genio della truffa alle lotterie indagato anche in Kansas

E’ indagato anche in Kansas Tim Tipton, responsabile della sicurezza della Multi-State Lottery Association, accusato di aver pilotato diverse estrazioni di lotterie. Salgono così a cinque gli Stati in cui Tipton è indagato, finora era stato accusato di aver truffato le lotterie di Oklahoma, Wisconsin, Colorado e Iowa. In Kansas avrebbe riscosso nel 2010 due premi di importi secondario, per un totale di 44mila dollari. Secondo gli inquirenti, l’uomo – grazie al ruolo che rivestiva nella Multi-State Lottery Association, società che fornisce sistemi di generazione casuale di numeri a diverse lotterie statunitensi – avrebbe alterato il software riuscendo a pilotare diverse estrazioni di vari giochi. La prima truffa in Colorado, consentì di centrare un jackpot da 560 mila dollari, il premio venne incassato secondo il procuratore da un amico del fratello di Tipton. Dopo altri colpi minori, l’uomo tentò il colpo grosso  nel 2010 in Iowa, ma il tentativo fallì e è quello che dopo quattro anni di indagine ha portato alla luce l’intera vicenda. Tipton infatti riuscì a centrare un jackpot da oltre 14 milioni di dollari, ma non riuscì mai a incassare il premio: vista la cifra in ballo volle prendere una serie di cautele che però destarono sospetti. Costituì infatti un trust in un paradiso fiscale in modo da rimanere anonimo e incaricò un avvocato di New York di reclamare la vincita in veste di rappresentante legale. Questi però si fece avanti solo a pochi giorni dallo scadere del termine. I commissari della lotteria chiesero di rivelare l’identità del fortunato, e l’avvocato allora ritirò la domanda lasciando scadere il termine.