Riaperture, sale scommesse in rivolta in Campania per l’ordinanza che vieta l’accensione dei monitor

Sale scommesse in rivolta in Campania. L’ordinanza del presidente della regione Vincenzo De Luca è infatti, tra quelle finora uscite, tra le più restrittive in assoluto. In un passaggio l’ordinanza indica infatti che: “Al fine di evitare assembramenti, all’interno dei locali dei centri scommesse è fatto divieto di assistere alle competizioni sportive e/o alle comunicazioni sui monitor“. In pratica, secondo l’interpretazione comune di questo passaggio che comunque non è chiarissimo, non sarà possibile vedere le partite ma nemmeno offrire le scommesse virtuali. Un gravissimo danno per le agenzie che in questo modo vedranno ulteriormente ridotta la redditività del negozio. lp/AGIMEG