Distante (Pres. Sapar): “I problemi esistono ma non per questo si deve bloccare il gioco legale. Riordino necessario, tante aziende dopo lockdown non hanno più riaperto”

“Il Mef è con il sistema del gioco legale e non contro il sistema, i problemi esistono ma non per questo si deve bloccare il comparto. Il riordino è necessario, ma se ne parla da troppo tempo e ancora non è stato portato a termine. Veniamo da mesi di chiusura, il settore va tutelato, va difesa tutta la filiera”. E’ quanto ha detto Domenico Distante, Presidente SAPAR, nel corso di un evento online.
Come sta procedendo la riapertura e che impatto potrà avere il Green Pass? “Siamo aperti da metà giugno, periodo già estivo, non siamo partiti come ci aspettavamo, sul Green Pass penso che se significa non farci richiudere più sia benvenuto, altrimenti essere contro il passaporto vaccinale significa che i contagi aumentano e si dovrà richiudere”.
Sulla questione territoriale: “Non si sa quando recupereremo quanto perso, ma tante aziende non hanno più riaperto, non sono riuscite a superare la pandemia. Dobbiamo collaborare con Regioni e Comuni, ma se non ci coinvolgono non ci resta che adire le vie legali”. Infine sul decreto emanato dal Ministro Speranza, Distante ha detto: “Questo documento deve preoccupare l’industria, perché è arrivato in tutte le parti d’Italia e ogni ASL andrà a decidere come vuole la politica di turno”. cr/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here