Lotto e SuperEnalotto, scommesse, bingo, slot/vlt: ecco l’ordine con cui potrebbero ripartire i giochi. Il via dopo il “ponte” del 1° maggio. Dalla chiusura attività di gioco già perso un miliardo di euro di entrate erariali

Questa settimana il piano di riapertura delle imprese sarà uno dei temi dominanti del programma di Governo. Far convivere l’emergenza sanitaria con il possibile collasso economico di migliaia di imprese è un impegno che sta coinvolgendo tutte le forze politiche. La strada scelta sarebbe quella, voluta soprattutto dal lato PD, di una cabina di regia allargata anche a rappresentati di associazioni di categoria, imprese, enti locali. Il tavolo (virtuale) di confronto dovrebbe valutare la situazione delle singole regioni sia dal punto di vista sanitario, sia delle imprese. Dopo la scadenza, il prossimo 13 aprile, della proroga delle misure restrittive, potrebbero venire aperte per prime imprese ritenute più “necessarie” con preferenza per quelle delle filiere della meccanica, logistica ed agroalimentare. Sarà un processo più lento di quello previsto dal cancellerie austriaco Sebastian Kurz. L’Austria riaprirà dal 14 aprile i piccoli negozi (fino a 400 metri quadri), i parchi, i vivai, e i ferramenta.  Dal 1° maggio tutti i negozi, i parrucchieri e i centri commerciali.  I ristoranti, i bar e gli alberghi potranno riavviare la loro attività da metà maggio. Anche la Danimarca e la Repubblica Ceca stanno discutendo ipotesi di alleggerimento delle misure restrittive. A quanto appreso da Agimeg da fonti istituzionali, la parte giochi potrebbe rimettersi in moto dopo il ponte del 1° maggio. E’ più di una ipotesi quella a cui si sta lavorando e l’ordine delle possibili riapertura viaggia con tempistiche diverse. I primi a ripartire dovrebbero essere Lotto e SuperEnalotto (più anche gli altri concorsi da ricevitoria come 10eLotto ed Eurojackpot) anche perché la loro chiusura ha avuto un iter particolare. A bloccare i due concorsi più famosi d’Italia è stato un intervento diretto dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli e non una disposizione governativa.  Insomma è stata ADM a decidere il blocco e potrebbe essere la stessa ADM a toglierlo. Con i tabaccai attivi, riaprire Lotto e SuperEnalotto non comporterebbe delle grandi difficoltà. Per questo, secondo quanto appreso da Agimeg, dopo il ponte del 1° maggio i due concorsi potrebbero essere i primi a vedere la luce. Ovviamene per giocare al Lotto e SuperEnalotto varrebbero le regole del distanziometro sociale e del contingentamento delle entrate in tabaccheria. Ma vista la cadenze dei due concorsi (praticabili tre volte alla settimana) e facile prevedere che non ci siano file ed assembramenti per giocare. Con le stesse regole ad aprire successivamente potrebbero essere le sale scommesse, con divieto di permanenza nella sale ed entrata contingentata a seconda dei terminali a disposizione. Più avanti dovrebbe seguire l’ok per le sale Bingo e forse contemporaneamente  le sale slot/vlt (in entrambi i casi previsto l’adattamento delle sale a per mantenere la distanza tra le persone). La “riaccensione” delle slot negli esercizi commerciali come i bar è invece ancora un punto interrogativo. Il tutto rimane comunque legato, come ogni attività, ai prossimi dati di contagio da Coronavirus. Con numeri in calo il processo dovrebbe seguire le tempistiche evidenziate. Viceversa con dati ancora preoccupanti il tutto potrebbe slittare di qualche settimana. Sono arrivati anche i primi dati del danno erariale conseguente alla chiusura delle attività di gioco. L’Italia zona rossa è già costata circa un miliardo di euro allo Stato di mancati introiti da sale scommesse, bingo, slot, etc. Anche per questo il rilancio del settore, tra i pochi a garantire entrate rapide, non viene assolutamente trascurato. lp/AGIMEG

25 Commenti

    • Lo stato dà lo stato toglie! Hanno fretta di riaprire così la gente si gioca il bonus ricevuto x campare. Le scommesse nn d ovrebbero neanche esistere ha rovinato tante famiglie!! Vergognatevi

  1. Del gioco non mi interessa proprio niente! Ma perchè non vietano pure la vendita delle sigarette? Secondo me…non uscirebbe più nessuno!

  2. Con il blocco del gioco la gente si ritrova più soldi in tasca spero che continuino a non giocare vaiiiii

  3. Al massimo proprio, dovrebbero lasciare solo il lotto ed una volta a settimana pure, come si faceva molti anni fa, considerando anche che è il più antico dei giochi. Ma lo Stato, si fa sempre i conti in tasca e quindi ognuno si regoli di conseguenza e responsabilmente.

  4. Sono daccordo a rimmettere, l’estrazione del lotto una volta a settimana come era nato. In famiglia mia, giocare al lotto era tramandato di generazione in generazione

  5. Parlo da giocatore di 10 e lotto, ultimo giorno di gioco cioè 10 giorni fa ho vinto 800 euro me ne ritrovo ancora in tasca 600, se non avessero sospeso probabilmente sarai già andato al bancomat, meditiamo gente meditiamo

  6. Il lotto 3 volte alla settimana va’ bene .gli altri giochi come le slot li possono pure’ togliere perche ti condizionano troppo e,’ un gioco da perdenti ,non giocate alle slot mi raccomando ne’anche un euro.

  7. Ci vorrebbe un corona virus:a Natale ,Pasqua,ferragosto,dimenticavo il carnevale.Con la variante che si possa uscire.Attilio50

  8. Lo stato è una macchina perfetta comandata dall’,uomo,ci spremono come arance,sia lavoratore o no chiedono sempre è non danno mai ,vedi anche questa pandemia,tante parole è niente fatti,anzi sarà sempre peggio,ora è l,occasione giusta per fare valere i nostri diritti,asteniamoci totalmente,per rispetto dei nostri cari ,che fanno dei grossi sacrifici per garantirci di avere un po’ di dignità !!

  9. Giocavo spesso al bingo e non capivo perché vincesse sempre una persona ai computer e non si potesse cambiare fila per acquistare cartelle. Mi accorsi che le macchinette delle palline avessero 6 telecamere nella parte superiore e programmaticamente riescono a fare uscire i numeri e le vincite ai vari venditori e settori, anche perché i venditori hanno le cartelle segnalate dal numero al numero. Nessun dipendente lo ha mai affermato !!!!!!

  10. Lasciate tutto chiuso fino alla scoperta del vaccino per. Coronavirus ci. So o troppi rischi e per fare i propri imteressi
    lostato non può mettere a rischio la vita dei cittadini

  11. Salve ognuno di noi è maggiorenne vaccinato ed è responsabile delle proprie azioni.NON GIUDICHIAMO NESSUNO !!!
    gioco si gioco no,io sono in giocatore è penso che per tanti i italiani il gioco è una forma di svago come il caffè al bar ecc.
    Certo al momento la cosa più importante e la salute di ognuno di noi,il gioco può aspettare ….saluti a tutti

  12. devo cambiare!!i premi ambo 500.. che se capita è dfficile su ruota.. il terno 10000…è che è un miracolo a farlo su ruota!!..quaterna che non si fa mai su ruota…200000…sarebbe miraggio che non si fa mai……e la cinquina su ruota….che ..sarebbe…un evento di un altro mondo……poi noi italiani siamo un popolo di giocatori…e prima o dopo li riprende tutti.. con gli interessi!!!………….e deve smettere di falsificare l’estrazione e di farle vedere in diretta!!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here