Navi iscritte nei registri Ue, gioco e servizi di intrattenimento tra le attività accessorie agevolabili

E’ stato definito l’elenco dei servizi complementari, accessori al trasporto marittimo, che possono fruire anch’essi della riduzione, pari all’80% del reddito, riconosciuta sugli introiti derivanti dall’uso delle imbarcazioni iscritte nel Registro internazionale.

L’elenco è contenuto nel decreto 22 novembre 2023 del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, pubblicato nella Gazzetta Ufficiale del 30 dicembre 2023.

Beneficiari sono i soggetti residenti e non residenti con stabile organizzazione nel territorio dello Stato che utilizzano navi iscritte nei registri Ue o dello Spazio economico europeo o, ancora, navi battenti bandiera di Stati dell’Unione europea o dello Spazio economico europeo adibite esclusivamente a traffici commerciali internazionali – riporta FiscoOggi.

I benefici reddituali sono stati quindi estesi, tra le altre, anche alle attività legate alla vendita di beni e fornitura di servizi a bordo come cinema, spa, parrucchiere, gioco d’azzardo ed altri servizi di intrattenimento, nonché l’intermediazione per la fornitura di escursioni locali e il noleggio di cartelloni pubblicitari a bordo. cdn/AGIMEG