Speciale Lotteria Italia: a Pesaro il primo premio da 5 milioni di euro. Vendita dei biglietti, città più fortunate, premi dimenticati, curiosità e biglietti vincenti

Finisce a Pesaro, nelle Marche, il primo premio della Lotteria Italia 2020 da 5 milioni di euro, grazie al biglietto Serie E409084. Il secondo premio da 2 milioni bacia invece Prizzi (PA) (Serie G162904), mentre il terzo da 1 milione Gallicano nel Lazio, in provincia di Roma (Serie A066635). Ad Altavilla Irpina (AV) sono finiti i 500 mila euro del quarto premio (Serie D114310), mentre Cavarzere (VE) festeggia con il biglietto da 250 mila euro (Serie A211417). Tra i premi di prima fascia, solamente Gallicano nel Lazio (RM) già in passato si era reso protagonista di diverse vincite grazie alla Lotteria Italia: tra queste spicca il quarto premio da 1,2 milioni di euro assegnato nell’edizione 2010, ma in luce anche un premio di seconda categoria da 250 mila euro vinto nel 2008, oltre a diversi altri premi di terza fascia per un totale di ulteriori 270 mila euro.
Per la prima volta dal 2006, in questa edizione non non ci sono state le grandi città – come Roma o Napoli, che nelle ultime 24 edizioni hanno portato a casa il primo premio in ben 11 occasioni – tra le 5 località che si sono contese il premio da 5 milioni di euro.

In questa edizione la vendita dei biglietti ha subìto una brusca frenata: solamente 4,56 milioni i tagliandi staccati (per una raccolta totale di 22,8 milioni di euro), rende noto l’agenzia Agimeg, il -32% rispetto all’edizione precedente, quando ne furono venduti 6,7 milioni. Si tratta del risultato peggiore nella storia della Lotteria, che negli ultimi anni è andata via via perdendo appeal tra i giocatori. In un trend già in calo ed in corso da diversi anni – è dall’edizione 2009/10 che non si superano i 10 milioni di biglietti venduti – si sono inseriti i divieti imposti dal Governo per fronteggiare l’epidemia di coronavirus. Lo stop agli spostamenti tra Comuni e Regioni nel periodo natalizio, con autogrill e stazioni di treni semideserte, hanno danneggiato ulteriormente le vendite.

I biglietti vincenti

Nell’edizione 2020 della Lotteria Italia sono stati assegnati 130 premi per un totale di 12,5 milioni di euro, di cui 5 di prima fascia (il primo premio da 5 milioni di euro, uno da 2 milioni, da 1 milione, da mezzo milione e da 250 mila euro), 25 premi da 50 mila euro l’uno e 100 premi da 25 mila euro ciascuno. Ai rivenditori presso i quali sono stati acquistati i biglietti vincenti è stato riservato un premio complessivo di 50.500 euro. Lo scorsa edizione invece i premi furono in totale 205 ed assegnarono complessivamente 16,1 milioni di euro.

I 25 biglietti vincenti di seconda categoria da 50 mila euro

Ecco le serie e i numeri dei 25 biglietti estratti di seconda categoria del valore di 50.000 euro ciascuno. Il Lazio è stata la regione più fortunata con i premi di seconda categoria, ben cinque e tutti venduti a Roma. Con 4 premi il Piemonte, poi Campania, Sicilia ed Emilia Romagna con 3 a testa, Abruzzo e Veneto con 2, Liguria, Lombardia e Sardegna con 1.

L 361795 CAMMARATA AG
F 031174 ROMA RM
C 145481 TERAMO TE
L 488089 ROMA RM
D 199428 SAN LAZZARO DI SAVENA BO
F 342799 ROMA RM
M 228397 ROMA RM
F 399795 GENOVA GE
L 297508 OMEGNA VB
F 496538 MESSINA ME
B 275673 PORTICI NA
G 239632 CATANIA CT
L 433512 BOLOGNA BO
A 108977 SAN VENDEMIANO TV
F 145395 ALES OR
C 378784 CASORIA NA
L 421708 ROMA RM
E 204241 PAVIA PV
D 181685 BASSANO DEL GRAPPA VI
L 252078 TORINO TO
L 353476 REGGIO EMILIA RE
L 295715 BISACCIA AV
M 119165 MORRO D’ORO TE
A 439501 CUNEO CN
D 185616 TORINO TO

I 100 biglietti vincenti di terza categoria da 25 mila euro ciascuno

Ecco i 100 premi di terza categoria della Lotteria Italia 2020 da 25 mila euro ciascuno:

M 159663 ADELFIA BA 25.000,00
B 159086 LAINATE MI 25.000,00
I 218661 FANO PU 25.000,00
I 366023 POLLEIN AO 25.000,00
C 272492 SAN ZENONE AL LAMBRO MI 25.000,00
E 111613 ROMA RM 25.000,00
I 298717 ROMA RM 25.000,00
L 143267 CAMPAGNA SA 25.000,00
G 297842 AVELLINO AV 25.000,00
G 403211 ROMA RM 25.000,00
A 234746 ANCONA AN 25.000,00
B 270200 CARRARA S. GIORGIO PD 25.000,00
A 275798 FELIZZANO AL 25.000,00
C 484438 TORINO TO 25.000,00
A 261970 SAN LORENZO RC 25.000,00
B 333182 ROVIGO RO 25.000,00
C 311257 FERRARA FE 25.000,00
B 425929 GRASSOBBIO BG 25.000,00
E 170643 SANGUINETTO VR 25.000,00
E 410691 PIACENZA PC 25.000,00
A 474184 PRATO PO 25.000,00
M 316769 GIOIA TAURO RC 25.000,00
L 101746 GRIGNO TN 25.000,00
C 065718 CHIETI CH 25.000,00
I 171075 BARI BA 25.000,00
A 037184 POTENZA PZ 25.000,00
M 130517 TORINO TO 25.000,00
L 115949 CAMPAGNA SA 25.000,00
B 491291 NAPOLI NA 25.000,00
F 271669 GALLIPOLI LE 25.000,00
L 254624 ROMA RM 25.000,00
G 489797 TREVISO TV 25.000,00
F 131398 LATINA LT 25.000,00
A 444918 BIELLA BI 25.000,00
C 179560 FIRENZE FI 25.000,00
A 073912 VIGNOLA MO 25.000,00
A 493362 BOLOGNA BO 25.000,00
G 029084 SAN NICOLA LA STRADA CE 25.000,00
E 254588 ATRIPALDA AV 25.000,00
F 404334 SALA CONSILINA SA 25.000,00
B 002818 SORRADILE OR 25.000,00
E 430774 NAPOLI NA 25.000,00
D 393708 GUIDONIA MONTECELIO RM 25.000,00
D 156599 CASALECCHIO DI RENO BO 25.000,00
C 385950 MONTEVIALE VI 25.000,00
D 063332 GENOVA GE 25.000,00
D 149549 URI SS 25.000,00
E 453982 ROMA RM 25.000,00
M 022077 ASIAGO VI 25.000,00
G 334987 PAVIA PV 25.000,00
C 479075 TERNI TR 25.000,00
M 118900 GALLICANO NEL LAZIO RM 25.000,00
G 346516 RIVA DEL GARDA TN 25.000,00
C 487181 GENOVA GE 25.000,00
D 034359 CHIETI CH 25.000,00
C 188034 RUVO DI PUGLIA BA 25.000,00
F 245030 FERNO VA 25.000,00
E 113478 VITERBO VT 25.000,00
I 319457 ROMA RM 25.000,00
L 164581 VALMONTONE RM 25.000,00
M 412019 SANTARCANGELO DI ROMAGNA RN 25.000,00
C 148602 FIORENZUOLA D’ARDA PC 25.000,00
A 375159 QUARTO NA 25.000,00
A 418190 TRECASTELLI AN 25.000,00
G 021076 VAREDO MB 25.000,00
I 109460 GORGONZOLA MI 25.000,00
D 264635 SAN CASCIANO IN VAL DI PESA FI 25.000,00
E 170992 MILANO MI 25.000,00
G 250912 PATTI ME 25.000,00
E 193500 PORTO RECANATI MC 25.000,00
D 260633 ORIA BR 25.000,00
C 165838 L AQUILA AQ 25.000,00
C 411760 CASTEL SAN PIETRO TERME BO 25.000,00
F 160037 MILANO MI 25.000,00
E 032451 ASSAGO MILANO FIORI MI 25.000,00
F 416467 MILANO MI 25.000,00
B 336589 PINEROLO TO 25.000,00
L 107179 CASTELLAMONTE TO 25.000,00
E 445601 VILLARICCA NA 25.000,00
A 114576 ROMA RM 25.000,00
C 216365 CARPI MO 25.000,00
M 339462 VILLA DI BRIANO CE 25.000,00
L 219656 SALERNO SA 25.000,00
D 229974 FIANO TO 25.000,00
E 167706 NERVIANO MI 25.000,00
C 006531 MILANO MI 25.000,00
L 228727 CARAGLIO CN 25.000,00
E 416953 PARMA PR 25.000,00
D 126185 NAPOLI NA 25.000,00
M 307104 CARONNO VARESINO VA 25.000,00
M 287774 CALTANISSETTA CL 25.000,00
A 122722 TEANO CE 25.000,00
C 412078 ROMA RM 25.000,00
G 473977 VEZZANO LIGURE SP 25.000,00
F 348579 NOCERA INFERIORE SA 25.000,00
A 041949 COMACCHIO FE 25.000,00
I 109597 BOLOGNA BO 25.000,00
A 277834 COLOGNE BS 25.000,00
D 317723 PISA PI 25.000,00
L 303841 CALDARO SULLA STRADA DEL VINO BZ 25.000,00

Minenna (Dir. Gen. ADM): “Italiani ancora una volta hanno dato fiducia a Lotteria Italia”

“La Lotteria Italia si è difesa in questo anno difficile. I cittadini hanno dato fiducia a questo gioco, che accompagna la nostra Repubblica dalla sua nascita. In questa edizione abbiamo operato nel solco della tradizione, con 5 super premi da 5 milioni, 2 milioni, un milione, 500 mila e 250 mila euro. Avremo poi 120 premi da 50 mila euro e non dimentichiamo che da ottobre ci sono stati premi fino a 20 mila euro, oltre 70 famiglie sono state aiutate in un momento così difficile””. Lo ha detto il direttore generale di ADM, Marcello Minenna, in attesa dell’estrazione dei biglietti vincenti della Lotteria Italia.

Gli anni d’oro della Lotteria Italia

I numeri della Lotteria Italia delle ultime edizioni sono lontani anni luce dagli sfarzi degli anni ’80 e 90’, quando si viaggiava costantemente oltre i 30 milioni di tagliandi. L’anno d’oro, ricorda ancora Agimeg, fu il 1988-89, quando furono venduti oltre 37,4 milioni di biglietti. Quell’anno la Lotteria Italia era abbinata al programma televisivo ‘Fantastico 9’, condotto dal duo Montesano-Oxa. Al secondo posto il 1986, con 33,6 milioni (abbinato a ‘Fantastico 7’), seguito dal 1989 con 33 milioni (‘Fantastico 10’). Fanalino di coda per vendita di biglietti, prima di questa edizione (4,7 milioni), il 2019, con 6,7 milioni di biglietti staccati, seguito dal 2012 che si fermò a quota 6,9 milioni.

Roma “capitale” delle vincite alla Lotteria Italia

E’ Roma la città che nelle ultime 24 edizioni ha portato a casa più premi di prima categoria, ben 8 (1996-1998-1999-2001-2003-2008-2009-2014), un vero e proprio record. Tra questi spicca – segnala l’Agimeg – quello da 5 milioni di euro del 2008, mai incassato e per questo rimesso in gioco l’anno successivo, e questa volta vinto (di nuovo a Roma) insieme all’altro primo premio da 5 milioni finito a Soave, in provincia di Verona. Tra le altre grandi città italiane, solo Napoli può fare concorrenza alla Capitale: nelle ultime edizioni, infatti, il primo premio è stato vinto qui tre volte, nel 2006, nel 2007 e nel 2011. Nella scorsa edizione a festeggiare con il primo premio da 5 milioni di euro fu il Piemonte, grazie al tagliando da 5 milioni venduto a Torino.

Negli ultimi 20 anni “dimenticati” premi per oltre 29 milioni di euro

C’è chi insegue una vincita milionaria per tutta la vita, ma nella storia della Lotteria Italia non mancano casi di dimenticanze clamorose. Negli ultimi 20 anni, come ricorda l’agenzia Agimeg, non sono stati riscossi premi per oltre 29 milioni di euro. Il primato (in negativo) spetta all’edizione 2008-2009, quando un giocatore di Roma non ritirò il primo premio da 5 milioni di euro, poi messo nuovamente in palio l’anno successivo (e questa volta vinto ed incassato). Quell’edizione va ricordata anche per il record di premi non incassati, il cui totale toccò addirittura i 7 milioni di euro. Nell’edizione 2015-2016, sono stati ‘dimenticati’ oltre 2,9 milioni di euro, tra cui il secondo premio da 2 milioni di euro vinto a San Nicola La Strada, in provincia di Caserta. Ma anche nel 2012 ci fu un clamoroso caso di vincita dimenticata. Non venne infatti mai riscosso il secondo premio da 2 milioni di euro e in totale furono quasi 3 i milioni lasciati nelle casse dello Stato, mentre nel 2014 furono scordati 1,7 milioni, tra cui il quarto premio finito a L’Aquila.

Dal 2004 tra Autogrill e stazioni di servizio vinti oltre 64 milioni di euro

Nell’ultima edizione della Lotteria il biglietto abbinato al secondo premio da 2,5 milioni è stato venduto a Gonars, in provincia di Udine, in una stazione di servizio sulla A4, nelle due edizioni precedenti furono addirittura i due primi premi da 5 milioni a finire lungo le autostrade italiane, ad Anagni (FR) nel 2017 e Sala Consilina (SA) nel 2018. Numeri alla mano, dal 2004 a oggi in Autogrill e stazioni di servizio – segnala l’Agimeg –  sono stati vinti complessivamente oltre 64 milioni di euro. Tra gli anni più fortunati il 2006, con il record di 18 biglietti vincenti per 9,9 milioni di euro in premi, e il 2012, con 38 biglietti vincenti per 8,8 milioni di euro. Nell’ultima edizione, oltre al primo premio da 5 milioni di Sala Consilina, vinto anche il premio da 1 milione di euro sull’A1 all’altezza di Fabro (TR).

La prima edizione della lotteria nazionale italiana (1933) abbinata al Gran Premio di automobilismo di Tripoli

La storia delle lotterie in Italia affonda le radici nella prima metà del secolo scorso. La prima Lotteria ufficiale italiana si svolse a Tripoli, in Libia, all’epoca sotto la dominazione italiana, nel 1933 e venne abbinata al Gran Premio di Tripoli di automobilismo. Per la cronaca vinse Achille Varzi, alla guida di una Bugatti, che precedette sul traguardo Tazio Nuvolari, su Alfa Romeo. Ma l’origine delle lotterie arriva ancora da più lontano. Uno dei primi riferimenti all’organizzazione di una lotteria si trova infatti nella Bibbia e più precisamente nel capitolo 26 del Libro dei Numeri in cui si narra che Mosé, per attribuire gli appezzamenti di terra situati sulla riva occidentale del fiume Giordano, abbia fatto ricorso all’imparzialità di una lotteria.

Lotteria Italia unica superstite, ma in passato fino a 13 lotterie l’anno

Nel 2020, così come nei due anni precedenti, la Lotteria Italia è stata l’unica lotteria nazionale, con la tradizionale estrazione in programma il 6 gennaio. La Lotteria Italia resta dunque l’unica superstite nel novero delle lotterie tradizionali che negli anni ’90 potevano contare fino a 13 appuntamenti annuali. Un declino iniziato già dai primi anni 2000: dalle 6 lotterie del quinquennio 2000-2004 si è scesi alle 5 del 2005, alle 4 del 2006-2008 (Viareggio, Giornata del Bambino africano, Merano e Lotteria Italia), alle tre nel 2009 (Sanremo, Giro d’Italia e Lotteria Italia), due nel 2010 (Sanremo e Lotteria Italia), la sola Lotteria Italia tra il 2011 e il 2014, poi per tre anni (2015-2016-2017) di nuovo due (Lotteria Italia e Lotteria Premio Louis Braille), per poi tornare ad una sola nel 2018, 2019 e 2020 (Lotteria Italia).

Le regole per incassare le vincite alla Lotteria Italia

Il biglietto vincente deve essere presentato integro ed in originale – sono quindi escluse copie di ogni tipo anche se autenticate – presso uno sportello di Banca Intesa Sanpaolo oppure presso l’Ufficio Premi di “Lotterie Nazionali s.r.l.” – viale del Campo Boario, 56/D – 00153 Roma. Il biglietto può anche essere spedito al suddetto Ufficio, a mezzo di raccomandata A/R, indicando le generalità, l’indirizzo del richiedente e la modalità di pagamento richiesta (assegno circolare, bonifico bancario o postale). I premi devono essere richiesti entro il 180° giorno successivo a quello della pubblicazione nella G.U. del bollettino ufficiale dell’estrazione. Solitamente la scadenza è nella prima metà di luglio.

(news in aggiornamento)

cr/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here