Sale “eSports” e sale giochi: dopo l’esposto all’ADM Lombardia arriva anche l’Interpello. Il DOCUMENTO integrale

Dando seguito all’Esposto presentato la scorsa settimana all’ADM , in merito alla liceità dell’attività che viene svolta in diversi locali distribuiti sul territorio, nei quali vengono messi a disposizione dei clienti attrezzature e software per l’intrattenimento, in particolare pc, consolle e simulatori vari, abbiamo deciso di utilizzare L’istituto dell’ ”interpello del contribuente”. Questa una nota di Sergio Milesi, amministratore delegato del gruppo Led, in merito alla questione che sale giochi e sale eSports non violino la normativa vigente.
“L’interpello del contribuente è stato introdotto dall’art. 11 della Legge n. 212/2000, e regolamentato dal D.M. n.209/2001, a seguito dell’entrata in vigore del  Decreto legislativo 24 settembre 2015, n. 156,  nella forma dell’Interpello Ordinario attivabile in relazione a qualsiasi disposizione di legge che si presenti obiettivamente incerta nella sua applicazione, per avere chiarimenti in merito alle attività che se ritenute lecite, anche noi vorremmo introdurre nelle nostre sale giochi.

Il termine previsto dalla normativa per la risposta è di 90 giorni, qualora non sia possibile fornire risposta sulla base dei documenti allegati all’istanza, la Direzione destinataria della stessa può richiedere, usa sola volta, l’integrazione della documentazione presentata dall’istante. 

La replica che riceveremo al nostro Interpello, chiarirà le norme applicabili e se queste attività sono leciti e si possono svolgere senza necessità di certificazione delle strumentazioni utilizzate.

IL DOCUMENTO

ISTANZA DI INTERPELLO

(ex art. 11 della legge n. 212 del 2000 Statuto del Contribuente e DM n. 209/2001)

All’AGENZIA ADM

Agenzia Accise Dogane Monopoli

Ufficio Monopoli Lombardia

A mezzo PEC monopoli.milano@pec.adm.gov.it

OGGETTO: Istanza di interpello ai sensi dell’art. 11, comma 1, lett. a) della Legge 27/07/2000 n. 212, (c.d. interpello ordinario).

La società LED SRL, ……..

PREMESSO

1. che la società svolge l’attività di gestione apparecchi a moneta che consentono vincite in denaro (attività principale) e l’attività di bowling, sale giochi e biliardi, gestione apparecchi che non consentono vincite in denaro e bar (attività secondarie);

2. che è intenzione della società ampliare la propria offerta realizzando all’interno dei propri locali uno spazio dove installare delle postazioni pc, simulatori di guida e altra attrezzatura messi a disposizione della clientela per praticare “esports” “sport elettronici” su videogiochi competitivi;

3. al fine di un corretto inquadramento si ritiene utile fornire le seguenti informazioni:

  • le postazioni di gioco di cui al punto precedente materialmente sono costituite da computer, console (per esempio XBox e PlayStation), schermi, manopole, joystick, sedute ergonomiche e in grado di simulare movimenti di vario tipo: tutti questi elementi non costituiscono un apparecchio unitario, indiviso e funzionalmente individuato, ma sono elementi autonomi, scollegabili e intercambiali da postazione a postazione;

  • i giochi consistono in piattaforme di gioco virtuali create mediante l’uso di sistemi elettronici o informatici e fondate in ogni loro fase sull’interazione uomo-computer;

  • la modalità di gioco è una sfida che può avvenire tra un giocatore e un software o tra semplici giocatori, disposti in singolo o schierati in squadre alla conquista di un obiettivo comune.

  • le tipologie di giochi che verranno utilizzate sono queste:

  1. RTS “Real time strategy” rientrano in questa categoria tutti i videogiochi in cui le azioni si svolgono simultaneamente; in questo tipo di videogiochi l’azione non si suddivide in turni, ma ogni giocatore può fare qualsiasi azione in qualsiasi istante; in genere ogni giocatore controlla più unità, a volte interi eserciti, non singoli personaggi; tra gli RTS più famosi ricordiamo Warcraft  e Starcraft .

  2. MOBA “Multiplayer Battle Arenas Online”, che significa arene di battaglia online multigiocatore; i MOBA sono una sottocategoria dei già citati RTS, perché all’interno di questi giochi avviene tutto simultaneamente; già all’interno del nome troviamo tutte le caratteristiche principali di questo tipo di videogiochi; sono multigiocatore, quindi prevedono più giocatori divisi in squadre, le squadre si affrontano su arene di battaglia online, che non sono altro che delle mappe di gioco in cui ogni squadra ha un territorio da proteggere, e vince chi conquista quello del nemico; sono i pionieri degli esports e sono tra i videogiochi più seguiti e giocati, tra questi i più famosi sono League of Legends (LoL)  e Dota 2 .

  3. FPS “First Person Shooter” sono videogiochi sparatutto in prima persona, in cui il giocatore ha la visuale soggettiva di quello che succede sulla mappa; lo scopo del gioco è sparare agli avversari, motivo per cui caratteristica fondamentale di questi videogiochi sono le armi a disposizione dei giocatori; la particolarità di questo genere è però quella della visuale che ha ogni giocatore, infatti vedrà tutto come se si trovasse esattamente nei panni del suo personaggio, e in più vedrà una serie di informazioni utili in sovrimpressione; tra i più famosi abbiamo Counter-strike , Call of DutyValorant  e Rainbow Six Siege .

  4. Battle Royale, tra i videogiochi più nuovi, sono dei giochi multigiocatore in cui si gioca tutti contro tutti; lo scopo del gioco è proprio quello di essere l’ultimo a restare in vita all’interno della mappa di gioco, si parte tutti con equipaggiamenti deboli o nulli e bisogna trovare e sfruttare le risorse sul campo; sono battaglie all’ultimo sangue per la sopravvivenza, e vince proprio chi, con equipaggiamento e risorse, riesce a sopravvivere; tra i più famosi PlayerUnknown’s Battlegrounds (PUBG)Fortnite Battle RoyaleApex Legends e Call of Duty: Warzone.

  5. DCCG ovvero i giochi di carte collezionabili digitali; sono giochi di strategia in cui non sono richieste particolari abilità manuali, i giocatori devono aprire e acquistare buste di carte, così da ampliare la propria collezione e poter creare il proprio mazzo per sconfiggere gli avversari; si tratta di giochi uno contro uno, che si svolgono su vari livelli e su tavoli da gioco diversi per ogni videogioco; i più famosi sono sicuramente Magic: The Gathering Arena, che non è altro che la versione digitale di Magic: The GatheringYu-Gi-Oh, anch’esso versione digitale dell’omonimo e famosissimo gioco e Hearthstone, gioco di carte Blizzard.

  6. Videogiochi sportivi, categoria che comprende tutti quei videogiochi che sono simulazioni degli sport reali, di squadra o individuali, tra cui calcio, basket, automobilismo e motociclismo; sono quelli che più si avvicinano alla nostra realtà e sono per questo motivo i più semplici da guardare e seguire; tra i più famosi sicuramente quelli di calcio, Fifa e PES, ma anche videogiochi di Basket, come NBA 2K21 o ancora formula uno, con F1 2020.

RICHIAMATO

– il fatto che tutti gli apparecchi per il gioco lecito di cui al comma 7 dell’art. 110 del TULPS devono essere provvisti del necessario nulla osta per la messa in esercizio, nonché della dichiarazione per gli apparecchi meccanici ed elettromeccanici di cui all’art. 14-bis del DPR 640/1972 presentata agli Uffici dell’ADM territorialmente competenti;

– il fatto che detti apparecchi scontano il pagamento dell’Imposta sugli Intrattenimenti con le modalità previste dalla legge;

ESPONE QUANTO SEGUE

Verranno allestiti all’interno dei nostri locali sale dedicate ai giochi di cui al punto 3 lettere a) b) c) d) e) f) delle premesse, con postazioni singole e multigiocatore;

i clienti avranno la possibilità di acquistare l’accesso all’area di gioco per un tempo determinato, l’acquisto del titolo di accesso permette al cliente di utilizzare una postazione pc e giocare ai giochi precaricati sul pc o accedere tramite identificazione a una piattaforma di gioco online di “esport”

i clienti avranno la possibilità di acquistare l’accesso all’area di gioco per un tempo determinato, l’acquisto del titolo di accesso permette al cliente di utilizzare una console di gioco (PlayStation o XBox) e giocare a una serie di giochi precaricati o accedere tramite identificazione con il proprio account ai siti messi a disposizione dalle aziende produttrici delle console e giocare a giochi on line.

i clienti avranno la possibilità di acquistare l’accesso all’area di gioco per un tempo determinato, l’acquisto del titolo di accesso permette al cliente di utilizzare un simulatore di guida e giocare a una serie di giochi precaricati o accedere tramite identificazione a una piattaforma di gioco online di “esports”.

RITIENE CHE

Per tali le apparecchiature non vadano richiesti i nulla osta per la messa in esercizio non rientrando tra le tipologie individuate dall’art. 110 comma 7 del TULPS;

Per tali apparecchiature non vada trasmessa la dichiarazione cui all’art. 14-bis del DPR 640/1972 e non vada pagata l’Imposta sugli Intrattenimenti, non rientrando le stessa tra quelle previste dalla normativa;

CHIEDE

Ai sensi dell’art. 11, legge 27 luglio 2000, n. 212, che codesta spettabile Amministrazione voglio indicare, nei tempi e modi prescritti, il proprio parere riguardo la soluzione interpretativa ritenuta corretta rispetto al caso concreto sopra prospettato.

sb/AGIMEG