Fobt, il taglio della giocata costerà ai bookie 200 mln l’anno. Ma a rimetterci sarà soprattutto il Governo

Si allarga il buco di bilancio che i bookmaker inglesi dovranno sopportare a causa del giro di vite sulle fobt. Il Governo ha annunciato ieri che taglierà la giocata massima dalle attuali 100 sterline, a appena 2. I bookmaker sono in rivolta da tempo – per mesi hanno sostenuto che la stretta avrebbe provocato la perdita di migliaia di posti di lavoro, e il taglio dei budget per le sponsorizzazioni – finora si era ipotizzata una perdita di ricavi per 150 milioni di sterline all’anno, ma adesso la stima sale a 200 milioni. Ma a rimetterci più di tutti potrebbe essere lo stesso Governo inglese: la stretta sulle fobt potrebbe tradursi addirittura in un buco di bilancio da 1 miliardo l’anno. Per questo già si ipotizza di inasprire la tassazione sul gioco online, l’aliquota potrebbe passare dal 15 al 20%. rg/AGIMEG