Decreto Ristori Quater, Villarosa (vicemin. MEF): “Provvedimento da 8 miliardi di euro. Rinviati versamenti Irpef, Ires e Irap per imprese con calo di fatturato almeno del 33% rispetto al 2019”

“Il Consiglio dei Ministri ha approvato il Decreto Ristori Quater da 8 miliardi di euro. Tante le novità contenute nel nuovo provvedimento. Rinviamo al 30 aprile 2021 i versamenti del secondo acconto dell’Irpef, dell’Ires e dell’Irap per le partite iva e le imprese che nel 2019 hanno conseguito ricavi fino a 50 milioni e subito una perdita di almeno il 33% rispetto al primo semestre 2019, nonché per i soggetti che operano nei settori economici individuati dal Decreto Ristori Bis e i gestori di ristoranti nelle zone arancioni”. E’ quanto afferma il viceministro al Ministero dell’Economia e Finanze, Alessio Villarosa, in merito al Decreto Ristori Quater approvato ieri sera dal Consiglio dei Ministri. “Sospendiamo inoltre i versamenti delle ritenute dell’Iva e dei contributi previdenziali di dicembre, sempre per le aziende e i professionisti. La sospensione – prosegue Villarosa – si applica anche a tutte le attività economiche che sono state chiuse con il Dpcm del 3 novembre, a quelle oggetto di misure restrittive con sede nelle zone rosse, ai ristoranti nelle zone arancioni e rosse, a tour operator, agenzie di viaggio e alberghi nelle zone rosse. Rinviamo al primo marzo 2021 le scadenze dei pagamenti per la Rottamazione ter ed il saldo e stralcio relativi alle rate scadute nel 2020. Per il turismo e lo spettacolo viene prevista una nuova indennità di 1.000 euro per gli stagionali del turismo, degli stabilimenti termali e dello spettacolo, e per gli intermittenti. Destiniamo ulteriori 90 milioni di euro per il fondo emergenze spettacolo, cinema e audiovisivo e ulteriori 10 milioni al fondo per agenzie di viaggio e tour operator, nonché guide e accompagnatori turistici. Rifinanziamo di 92 milioni di euro il fondo per le Associazioni sportive e viene prevista un’indennità di 800 euro per i lavoratori sportivi. Rifinanziamo, infine, con 350 milioni di euro per il 2020 il fondo per i ristori delle perdite subite dal settore delle fiere e dei congressi”. ac/AGIMEG