Bologna: sconti Tari per le attività penalizzate dall’emergenza sanitaria, comprese le sale giochi

Il sindaco di Bologna Lepore ha annunciato un’altra iniezione di liquidità per eliminare o abbassare la Tari, tassa sui rifiuti. Dopo l’azzeramento della Tari 2022 per tutti gli enti non commerciali culturali, sportivi, sociali sono state confermate le misure dello scorso anno per le altre attività penalizzate dall’emergenza sanitaria e dal caro bollette. Si tratta di un impegno di circa 10 milioni di euro.

Tra le agevolazioni è prevista una riduzione del 25% per le agenzie ippiche; una riduzione del 40% per le sale giochi; una riduzione del 50% per esercizi commerciali di generi non alimentari (ad eccezione di edicole, tabaccherie, farmacie e parafarmacie) e per bar, gelaterie, pasticcerie.

cdn/AGIMEG