Basilicata, Associazione Codici: “Decisione di dimezzare distanza minima tra sale da gioco e strutture sensibili, incomprensibile”

“Non condividiamo le ragioni che hanno portato a questa iniziativa si parla di tutela da una parte dell’offerta pubblica per contrastare le attività irregolari in mano alle organizzazioni criminali e dall’altra dei posti di lavoro legati a questo settore. A nostro avviso il nodo è un altro ed è quello del contrasto del gioco d’azzardo”. E’ quanto ha detto Giuseppe Ambrosio, Commissario dell’Associazione Codici Basilicata, sulla proposta di legge approvata dal Consiglio Regionale della Basilicata riguardante la modifica alla norma in materia di contrasto al gioco d’azzardo patologico. L’Associazione si aspettava un’azione diversa, “non comprendiamo nemmeno la decisione di dimezzare la distanza minima tra sale da gioco e strutture sensibili come le scuole. Riteniamo che la direzione da seguire sia un’altra e ci auguriamo che il Consiglio Regionale torni sui suoi passi, focalizzando l’attenzione non sulle attività, ma sulle vittime del gioco d’azzardo patologico”, ha concluso. cdn/AGIMEG