Taranto (Segr. Gen. Confcommercio): “Riforma del settore gioco sia inserita in un piano complessivo di riordino e non in Legge di Bilancio”

“Il modello concessorio per il gioco non affronta il problema territoriale, con l’impossibilità di trovare luoghi a causa delle leggi comuni e provinciali di contrasto al gioco. E’ necessario che il nuovo disegno venga inserito in un piano complessivo di riordino del settore gioco e non inserito in legge di bilancio”. Lo ha dichiarato Luigi Taranto Segretario Generale Confcommercio – Imprese per l’Italia, nel corso dell’audizione in V Commissione Bilancio congiunta Camera e Senato nell’esame della Legge di bilancio 2020-2022. Sulla lotteria degli scontrini, Taranto ha affermato che “è opinabile la sua percorribilità pratica, ma abbiamo segnalato intanto l’assoluta esigenza di proroga del termine per l’entrata in vigore al 1° luglio 2020. Oggi infatti non esistono presupposti organizzativi per prevedere il debutto operativo entro il 1° gennaio 2020”. cr/AGIMEG