Pubblicità giochi, Agcom scrive al Governo: “Criticità su azione di vigilanza”

“Nonostante lo sforzo interpretativo, restano una serie di criticità che si ritiene opportuno segnalare al Legislatore laddove lo stesso intenda procedere ad una auspicabile riforma organica della materia che ne consenta una efficace implementazione in funzione di una reale tutela del consumatore”. E’ quanto chiede l’Agcom nella segnalazione al Governo approvata ieri sulle linee guida della pubblicità sul gioco, una segnalazione che “si rende necessaria a fronte delle problematiche interpretative generate da un divieto così ampio e assoluto” che ha come oggetto “ogni forma di comunicazione commerciale concernente il gioco a pagamento”. Lo scorso 18 aprile l’Agcom ha dato l’ok alla delibera in cui sono segnalate le linee guida sul divieto di pubblicità dei giochi previsto dal Decreto Dignità. Agcom – si legge su Key4biz – fa presente che già nella delibera di approvazione delle linee guida “l’Autorità si riservava di inviare una segnalazione al Governo per evidenziare le criticità riscontrate (…) stante la natura imperativa delle norme contenute nell’art. 9 del decreto e rilevate, anche a seguito della consultazione svolta, talune specifiche circostanze nelle quali si pongono criticità ai fini di una effettiva ed efficace azione di vigilanza e di contrasto al fenomeno della ludopatia, l’Autorità invierà al Governo una segnalazione relativa a tali specifici profili”. lp/AGIMEG