Roma, sospesa licenza a bar teatro di pestaggio. Clienti accusati di aver manomesso le slot

Roma, sospesa per 15 giorni la licenza di bar e sala giochi a un locale della Giustiniana – che quindi dovrà rimanere chiuso – abitualmente frequentato da pregiudicati. Tutto parte da un violento pestaggio attuato – l’8 dicembre scorso – dal titolare, dal suocero e da altre tre persone – tutti con precedenti penali. Vittime due avventori accusati di aver manomesso le slot per appropriarsi dell’incasso. Il titolare e gli altri 4 complici hanno dapprima sbarrato le porte del locale, poi con delle mazze e delle spranghe hanno violentemente picchiato i due malcapitati. Quindi hanno rubato loro giubbotti e portafogli. I due nonostante tutto sono riusciti a darsi alla fuga e hanno allertato le Forze dell’Ordine. Il Commissariato Flaminio Nuovo è quindi riuscito a individuare tutti i responsabili, nei confronti dei quali è stata disposta prima la custodia cautelare in carcere, poi gli arresti domiciliari. Dovranno rispondere di tentato omicidio e rapina in concorso. Accertata inoltre la premeditazione, dal momento che il titolare ha dapprima contattato il suocero e gli altri complici, quindi insieme a loro ha deciso di dare una lezione ai clienti. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here