Dossier Legge Bilancio: “Destinata quota proventi gioco del lotto per recupero beni culturali”

“Commi da 372 a 375 (Contributi per soggetti giuridici creati o partecipati dal MIBACT, Fiera internazionale del libro di Francoforte, Triennale di Milano e destinazione quota proventi gioco del lotto per recupero beni culturali). Normativa vigente. L’articolo 1, comma 317 della legge n. 205/201786 ha autorizzato la spesa di 1 milione di euro per l’anno 2018 e di 500.000 euro annui a decorrere dal 2019, con risorse ripartite annualmente con decreto del Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo, per assicurare il funzionamento dei soggetti giuridici creati o partecipati dal MIBACT e per rafforzare la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale. Il MIBACT è altresì autorizzato a costituire una fondazione per la gestione della Biblioteca di archeologia e storia dell’arte di Roma, di cui al D.P.R. n. 417/1995. L’articolo 8, comma 1, lettera b), del D.lgs. n. 273/199987 sulla disponibilità finanziaria della Fondazione “La Triennale di Milano” prevede che essa provveda ai suoi compiti con i contributi ordinari dello Stato stanziati ogni anno negli stati di previsione della spesa del Ministero per i beni e le attività culturali. L’articolo 3, comma 83, della legge n. 662/1996 ha previsto che con decreto del Ministro delle finanze siano stabiliti nuovi giochi ed estrazioni infrasettimanali del gioco del lotto. Con decreto del Ministro delle finanze, di concerto con i Ministri del tesoro e per i beni culturali e ambientali, sulla base degli utili erariali derivanti dal gioco del lotto accertati nel rendiconto dell’esercizio immediatamente precedente, viene riservata in favore del MIBACT una quota degli utili derivanti dalla nuova estrazione del gioco del lotto, non superiore a 300 miliardi di lire, per il recupero e la conservazione dei beni culturali, archeologici, storici, artistici, archivistici e librari, nonché per interventi di restauro paesaggistico e per attività culturali”. E’ quanto sottolineato nel Dossier riguardante i Profili Finanziari alla Legge di Bilancio. “Le norme, – aggiunge – modificando il comma 317 sopra descritto (concernente il funzionamento dei soggetti giuridici creati o partecipati dal MIBACT e la tutela e valorizzazione del patrimonio culturale), autorizzando la spesa di 1 milione di euro a decorrere dall’anno 2020. Inoltre, viene autorizzata la spesa di 2 milioni di euro per l’anno 2020, di 3 milioni di euro per ciascuno degli anni 2021 e 2022 e di 1 milione di euro per l’anno 2023 per la partecipazione dell’Italia alla Fiera internazionale del libro di Francoforte, dedicata per l’edizione 2023 all’Italia. Viene quindi incrementato nella misura complessiva di 1,5 milioni di euro annui a decorrere dall’anno 2020 il contributo annuo dello Stato alla Fondazione “La Triennale di Milano” sopra descritto. Infine, viene autorizzata la spesa di 23 milioni di euro per l’anno 2021 e di 33 milioni di euro annui per ciascuno degli anni dal 2022 al 2035 per le finalità di recupero e la conservazione dei beni culturali sopra descritte. L’intervento avviene incrementando gli stanziamenti dello stato di previsione del MIBACT destinati alla conservazione, al potenziamento e alla realizzazione di progetti sperimentali inerenti modelli di gestione, esposizione e fruizione per la tutela e la valorizzazione dei beni culturali e del paesaggio nonché progetti per la digitalizzazione inerente il patrimonio culturale. Il prospetto riepilogativo ascrive alle norme i seguenti effetti sui saldi di finanza pubblica”, continua.

“La relazione tecnica ribadisce il contenuto delle norme. In merito ai profili di quantificazione non si hanno osservazioni da formulare”, conclude. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here