ADM, il 26 marzo scade il termine per presentare manifestazioni di interesse per posizioni dirigenziali di prima fascia

Pubblicato sul sito dell’Agenzia delle Dogane e Monopoli l’avviso per la raccolta di manifestazioni di interesse per diverse posizioni dirigenziali di prima fascia. “Considerato che la programmata revisione degli assetti organizzativi interesserà buona parte delle strutture di vertice dell’Agenzia; considerato che, per effetto della definizione del nuovo modello organizzativo transitorio e della correlata nuova pesatura delle strutture di vertice, sono superati e non più procedibili gli avvisi pubblicati lo scorso anno per strutture di vertice diverse e mai attivate; considerato che buona parte delle strutture di vertice delineate nell’ambito del nuovo modello organizzativo transitorio differiscono per funzioni assegnate e/o articolazioni interne e/o pesatura a quelle oggi esistenti” ADM rende noto che “le manifestazioni di disponibilità dei dirigenti appartenenti al ruolo di questa Agenzia dovranno essere presentate entro le ore 12.00 del 26 marzo 2019. Le manifestazioni di disponibilità, validamente sottoscritte e corredate di curriculum vitae in formato europeo nonché di copia di un valido documento di identità, dovranno essere recapitate a mano alla Direzione centrale personale, Ufficio gestione dirigenti, Via Mario Carucci, 71, 00143 Roma o tramite posta elettronica all’indirizzo dogane.personale.gestionedirigenti@adm.gov.it . Tenuto conto delle difficoltà operative e gestionali collegate alla elevata carenza di personale di qualifica dirigenziale, l’Agenzia si riserva di valutare, nel rispetto di quanto disposto dall’articolo 19, comma 1, del d.lgs. n.165/2001, l’assegnazione dei dirigenti anche a strutture diverse da quelle per le quali i medesimi abbiano prodotto la propria disponibilità al fine di garantire la piena operatività delle proprie strutture. Potranno poi essere prese in considerazione anche le manifestazioni di disponibilità presentate ai sensi dell’articolo 19, commi 5 bis e 6, del D. Lgs. n. 165/2001 da soggetti non appartenenti al ruolo dirigenziale di questa Agenzia. La valutazione delle manifestazioni di disponibilità potrà comprendere un colloquio ove, a seguito di disamina delle istanze e dei curriculum vitae presentati, risultino di interesse più professionalità o sia ritenuta utile una verifica delle attitudini, delle esperienze e delle capacità professionali”. lp/AGIMEG