ADM: al via selezione per il nuovo Vicedirettore e altri 22 dirigenti, domande entro il 30 luglio

Prosegue il processo per la nuova governance dell’Agenzia delle Dogane e dei Monopoli. Dopo l’approvazione dello Statuto e del Regolamento, sono infatti stati pubblicati 23 interpelli per la selezione di dirigenti di prima fascia, che guideranno gli uffici nati a seguito della fusione tra Agenzia delle Dogane e Monopoli di Stato. Entro il 30 luglio dovranno essere presentate le domande per il nuovo Vicedirettore Generale dell’Amministrazione, per i responsabili delle dodici direzioni centrali e per dieci direzioni regionali (Campania, Emilia-Romagna, Lazio, Liguria, Lombardia, Piemonte, Puglia, Sicilia, Toscana, Veneto). I nuovi dirigenti entreranno in carica dal 1 gennaio 2019. Tra le novità introdotte dalla nuova ADM guidata da Giovanni Kessler c’è la Conferenza dei Direttori di cui fanno parte i Direttori Centrali, i Regionali e i Direttori degli Uffici di diretta collaborazione del Direttore dell’Agenzia. Alle riunioni della Conferenza potranno partecipare anche altri dirigenti e funzionari dell’Agenzia, oltre ad esperti esterni.
“Abbiamo l’occasione di dare sostanza alla trasformazione di questa Amministrazione per renderla più moderna, efficiente e sostenibile”, aveva dichiarato Kessler nei giorni scorsi. “Lo Statuto è in vigore da subito: è qui che è indicata la missione dell’Agenzia, la cornice indispensabile per dare un senso ideale all’unificazione tra Dogane e Monopoli. Il nuovo Regolamento di Amministrazione è l’altro tassello della riorganizzazione. Realizza l’unione delle due strutture di Dogane e Monopoli, a livello centrale e territoriale. Ne conseguono eliminazione di duplicazioni e sprechi, sinergie, qualificazione e flessibilità nell’impiego del personale, maggiore efficienza”, aveva concluso il Direttore di ADM. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here