Playtech: nel primo semestre 2020 numeri positivi per l’online, Snaitech guadagna il 37% e si conferma leader del mercato italiano

Nel primo semestre 2020 i ricavi di Playtech sono stati pari a 564 milioni di euro, rispetto ai 727,8 milioni del periodo gennaio-giugno 2019, un dato che ha risentito della pandemia Covid-19 (-23%), ma che ha parzialmente retto all’urto grazie ai numeri più che positivi del primo bimestre dell’anno. L’adjusted EBITDA è diminuito del 16% a 162,3 milioni di euro nel periodo di riferimento. Il colosso internazionale mette in evidenza una serie di fattori positivi nel primo semestre, come la buona performance dell’online, l’espansione nei mercati statunitensi, grazie alla licenza ottenuta in New Jersey, e gli accordi firmati con Guatemala e Costa Rica.

Le operazioni B2B hanno subìto una contrazione in termini di Ebitda (63,2 milioni), ma l’online ha fatto segnare una crescita a doppia cifra (+25%). Nel caso del B2C, invece, la controllata italiana Snaitech registra un adjusted EBITDA di 47,1 milioni di euro (rispetto ai 74,7 milioni di euro del primo semestre 2019). La contrazione registrata dalla rete a terra a causa del lockdown, unitamente all’assenza di eventi sportivi di rilievo, è stata però compensata almeno in parte dalla crescita dell’online (che guadagna il +37%). Considerando le performance della rete fisica e dell’online, Snaitech nel primo semestre 2020 sale al primo posto tra gli operatori italiani delle scommesse sportive.

Al di fuori delle operazioni di gioco, TradeTech, la divisione dedicata al trading online, mette a segno una crescita a tre cifre: i ricavi infatti compiono un balzo del 123% (87,3 milioni) mentre l’Ebitda aumenta addirittura del 544% (8,2 milioni). Playtech tuttavia vuole valutare tutte le possibilità in campo per questa divisione e conferma di aver avviato le discussioni con diversi operatori per una possibile cessione. Per quanto riguarda le prospettive future, la compagnia mostra prudenza: le performance al momento sono tornate a un buon livello, ma il quadro economico resta incerto. Sul medio-lungo termine, Playtech sottolinea di avere una posizione che le permetterà di uscire rafforzata dall’emergenza e di cogliere le opportunità che si presenteranno sul mercato. L’ampio portfolio di prodotti, inoltre, le assicura un’ottima posizione per espandersi nel mercato USA. A luglio e agosto si sono registrati forti scambi e generazioni di cassa, inoltre il Gruppo evidenzia come si aspetti risultati positivi da qui a fine anno, con un bilancio che rimane solido e che consentirà di effettuare investimenti selezionati. lp/AGIMEG