MEF, nota integrativa Legge Bilancio: nel 2021 da giochi e lotterie 15,5 miliardi di euro

Oltre 15,5 miliardi di euro di entrate erariali da giochi e lotterie nel 2021. E’ quanto riporta il MEF nella nota integrativa alla Legge di Bilancio 2022/2024. Nel dettaglio, i proventi del Lotto ammontano a 7,89 miliardi, le attività di gioco a 290 milioni, il prelievo erariali dagli apparecchi da intrattenimento pari a 6,82 miliardi, 51 milioni dalla delega in materia di giochi e 444 milioni da altre attività di gioco.

Per la categoria “Lotto, lotterie ed altre attività di gioco”, si specifica, le cui entrate sono stimate pari a milioni 15.501 in conto competenza e di cassa, si prevede un aumento di milioni 1.862 rispetto alla previsione assestata 2020, derivante principalmente dall’incremento delle entrate relative al prelievo erariale unico sugli apparecchi di gioco (+255 milioni, pari ad una variazione positiva del 3,9%) e delle entrate relative ai proventi del gioco del lotto (+1.396 milioni, pari ad una variazione positiva del 21,5%).
Per il 2022/24 il MEF prevede entrate erariali di 16 miliardi di euro per ciascun anno del triennio di riferimento.

Nel piano degli obiettivi del programma 2022-2024, il Mipaaf prevede interventi, tra gli altri, relativi allo sviluppo del settore ippico e delle competenze connesse ai giochi e alle scommesse sulle corse dei cavalli.

Il Ministero della Salute, nel programma di ottimizzazione degli interventi di prevenzione nei confronti di individui e collettività, prevede nel triennio fondi per la prevenzione e trattamento delle dipendenze anche da gioco d’azzardo.

Nel settore del gioco pubblico la GDF vigilerà sul corretto adempimento degli obblighi imposti dalla normativa fiscale e antiriciclaggio, al fine di tutelare gli attori della filiera regolare dalla concorrenza sleale di operatori abusivi e i giocatori da proposte di gioco illegali, contrastando le infiltrazioni della criminalità economica, anche di tipo organizzato. cr/AGIMEG