Dieci anni fa il Lotto diventava “moderno”. Marzia Mastrogiacomo (Lottomatica) ad Agimeg: “Dal 19 settembre riporteremo in diretta, con un nuovo format, le estrazioni del Lotto. La rete dei ricevitori la chiave del nostro successo”

Altro che quota 100, ha dovuto aspettare quota 500 per andare in pensione. E non aveva nemmeno un TFR da riscuotere il bambino bendato che esattamente 10 anni fa faceva sognare milioni di italiani per l’ultima volta. Il 15 settembre del 2009 il Lotto diventava infatti “moderno”, completando il processo di automatizzazione iniziato 4 anni prima. A maggio del 2005 il gioco più antico al mondo ancora attivo iniziava a cambiare pelle. Insieme all’undicesima ruota, la Nazionale istituita proprio per l’occasione, su Roma  venne effettuata la prima estrazione completamente automatizzata. A pescare le 5 palline contenenti altrettanti numeri ci pensava da quel momento un’urna elettronica dall’accattivante nome: “venus”. Nel 2007 in bambino bendato venne” licenziato” anche dalle ruote di Napoli e Milano e due anni dopo si completò la trasformazione. “La grande sfida è stata quella di innovare un gioco che molti pensavano fosse destinato a scomparire dalle abitudini dei giocatori. Il Lotto è da sempre il gioco degli italiani, della tradizione, quello che più di altri ha una matrice fortemente personale e intimista in cui si mettono in gioco eventi della propria vita e del proprio mondo” – spiega Marzia Mastrogiacomo, vice presidente delle Lotterie di Lottomatica e di fatto la responsabile del Lotto in Italia, in una esclusiva intervista rilasciata al direttore di Agimeg Fabio FeliciIl gioco del Lotto è un grande “evergreen” , è un gioco immortale che è sopravvissuto a oltre 500 anni di storia e che se li porta molto bene! E’ un gioco vivo, molto amato da circa 7 milioni di italiani e traghettato con successo anche nell’era 2.0 grazie a grandi innovazioni che hanno permesso al gioco di evolversi rimanendo però sempre se stesso. Evoluzione ha significato ampliare l’offerta di gioco prima con il lancio del 10eLotto, un “figlio” del Lotto, più semplice e rivolto a una clientela che ama la velocità,  poi con l’inserimento di nuove sorti (Ambetto) e di nuove schedine di gioco (Lotto Più) che hanno contribuito a rendere l’esperienza di vincita più frequente e premiante.

Lo scorso luglio è nata l’ultima innovazione in ordine di tempo: Simbolotto, un gioco gratuito abbinato al Lotto legato ai simboli della Smorfia che permette di vincere premi aggiuntivi e svincolati dalla giocata al Lotto. Ma non ci fermiamo: il 19 settembre riporteremo in diretta le estrazioni del Gioco del Lotto. E’ stato scelto il giorno di S. Gennaro in perfetto mood “non è vero ma ci credo” per dare un significato speciale al ritorno di un appuntamento molto amato dai giocatori del Lotto ma caro anche ai giocatori più occasionali.  Le estrazioni tornano in diretta con due importanti novità rispetto al passato: il canale e il format.” Insomma gli italiani potranno finalmente tornare a vivere in diretta l’emozione dell’estrazione. “La trasmissione, dalla durata di circa 20 minuti (dalle 19:55 alle 20:15), sarà visibile in streaming sul sito giocodellotto.it e sull’APP My Lotteries. Innovazione e tradizione si fondono per dare vita ad un’esperienza di gioco che si arricchisce grazie ad un contenuto fruibile da mobile – sottolinea la Mastrogiacomo – Per la prima volta i giocatori potranno seguire minuto per minuto i numeri estratti in contemporanea sulle 3 sale estrazionali, grazie alle riprese audio e video e ad una grafica in sovraimpressione che si popolerà mano a mano con i numeri estratti. Il Format assolve anche all’importante compito di valorizzare la trasparenza e la contemporaneità delle procedure di estrazione e l’impegno serio di tutte le strutture coinvolte. Ma evoluzione ha significato anche ampliare i canali di gioco affiancando alle tradizionali ricevitorie la possibilità di giocare, controllare le estrazioni ed avere informazioni utili anche attraverso gli smartphone e la nuova app MyLotteries per rispondere alle esigenze di accesso veloce ed in mobilità di una clientela sempre più esigente”. A tal proposito che riscontri avete avuto dal lancio della nuova app “My Lotteries”?  “La nuova app My Lotteries, disponibile per dispositivi sia Android sia Apple, è  l’APP Ufficiale Lotto e Gratta e Vinci che permette di verificare le vincite, seguire le estrazioni, consultare le statistiche, preparare le giocate ed essere informati su tutte le ultime novità di prodotto. L’app rappresenta un grande elemento di discontinuità rispetto al passato perché offre ai giocatori la possibilità di vivere in mobilità tutta l’esperienza dei giochi della tradizione italiana: Gioco del Lotto, 10eLotto, MillionDay e Gratta e Vinci. Ogni mese oltre 100.000 utenti utilizzano la App per informarsi, giocare e verificare se i propri scontrini o biglietti Gratta e Vinci sono vincenti”. In questo successo duraturo pesa anche l’ “ambo” formato dal Lotto e dalla rete delle tabaccherie? “Da sempre le ricevitorie sono uno dei punti di forza del gioco. I ricevitori sono partner irrinunciabili. La rete dei punti vendita, per noi, continua ad essere la chiave del successo nonché la nostra linfa per migliorare l’offerta ed il servizio. Grazie ai preziosi suggerimenti derivanti dalla “vita sul campo”, lavoriamo per rendere l’offerta e l’esperienza sul punto vendita sempre più rispondenti alle esigenze sia di chi ci sceglie per giocare sia di chi vende il Gioco del Lotto ed il 10eLotto”. Il 2009 fu comunque una stagione storica per i concorsi legati ai 90 numeri visto che venne lanciato anche il 10eLotto. “Il 10eLotto è nato come un’evoluzione del Lotto, una modalità più semplice e veloce capace di rispondere alle esigenze di giocatori più giovani e con un approccio più disimpegnato al gioco. Ha dato nuova linfa al Gioco del Lotto e ha consentito al gioco numerico per eccellenza di avere una doppia anima; ognuno può decidere come giocare i propri numeri in base alla propria attitudine e alle proprie abitudini. Per chi ha ritmi più lenti, riflessivi e ama studiare a lungo la giocata c’è il Gioco del Lotto, per chi invece vuole tentare la fortuna con i suoi numeri in modo più immediato c’è il 10eLotto. Altro momento importante per la famiglia dei giochi numerici, è stato il 2018 quando è stato lanciato il MillionDay. Il gioco ad estrazione giornaliera che con solo 1 euro può far vincere 1 milione di euro”. Un Lotto che si rifà il trucco per non perdere il suo fascino. “Sicuramente l’innovazione continuerà – conclude Marzia Mastrogiacomo – a far parte del DNA del Gioco del Lotto che proprio grazie alle continue novità ha saputo mantenersi longevo negli anni”. ff/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here