Ippodromo Snai San Siro, sabato inizia il ‘caldo’ calendario di corse del mese di giugno

Si entra in un mese ‘caldo’ anche per la stagione di galoppo con l’Ippodromo Snai San Siro di Milano protagonista. Si parte da questo sabato con la 21^ giornata e con sette corse che ricordano i personaggi e le scuderie più note. Clou la penultima e l’ultima della riunione con il Premio Dario Pellegata e il Premio Mario Cipolloni quest’ultimo ex fantino e poi allenatore scomparso a Milano nel febbraio del 2012 e da tutti apprezzato e stimato in particolare quando vinse nel 1974 il Derby a Roma con Suffolk della Scuderia Aurora dopo uno spettacolare duello con Wolgemuth della Razza Dormello Olgiata. Ma l’attesa, dopo la giornata infrasettimanale di giovedì 6 giugno, è tutta per domenica 9 con le tinte rosa delle Oaks d’Italia (Gruppo II) e il Premio del Giubileo – Trofeo Snai Pay (Gruppo III).

In pista questo sabato si parte dalle ore 15:00 con sette prove, mentre i cancelli e la biglietteria di piazzale dello Sport 16 aprono dalle 12:30.

PROGRAMMA – ORE 15:00

PRIMA CORSA – PREMIO SCUDERIA BRIANTEA

La giornata molto competitiva all’Ippodromo Snai San Siro viene aperta dai puledri di 2 anni con una reclamare sulla distanza minima. Innanzitutto occhio al betting per l’inedita The Last Filly, dalla provenienza impeccabile e certamente da rispettare, ma il fattore esperienza gioca tutto a favore di Feeling Right, a segno al debutto nella categoria con una certa superiorità, producendo un numero di un certo rilievo. Far Oer e Maleo gli sono finiti dietro, ma sono entrambi passibili a loro di miglioramento e qualche speranza di rivalsa la possono covare, mente Tacchi Viola prova a scendere di categoria.

SECONDA CORSA – PREMIO SCUDERIA DIAMANTE

La serie degli handicap inizia da una prova di categoria ordinaria per i 3 anni sui 1.400 metri in dirittura. La forma e i profili del gruppo sono in linea con la categoria, pertanto i punti interrogativi sono decisamente di più di quelli esclamativi, con IL Grigio che pare l’opzione più affidabile della vigilia abbassando il tiro dopo qualche prestazione comunque dignitosa in contesti, appunto, più complicati. Creet nella sua penultima apparizione aveva colto un piazzamento che peserebbe molto in questa compagnia se ripetuto, e lo stesso Larco ha un paio di prestazioni invernali all’attivo che basterebbero per metterlo in luce. Occhio anche a Papno e Sopran Pericle.

TERZA CORSA – PREMIO SCUDERIA ANDY CAPP

Terza prova da vivere tutto d’un fiato questo handicap di buona categoria per i giovani sprinter puri sulla distanza minima. C’è un gruppetto di debuttanti in handicap molto velenoso da monitorare sul mercato, con Spiderman a capeggiarlo potendo tornare sui 1.000 metri, ma la scelta cade sul top weight Via Caracciolo, un altro che gradirà la distanza minima e da valutare evidentemente non sull’ultima prestazione, per la quale ci sono attenuanti più che valide. Naditza è un’altra da collocare in una più che logica prima linea, dove si trovano anche Miss Alaska ed Eterna, inseparabili tra loro e chiaramente attese protagoniste.

QUARTA CORSA – PREMIO SCUDERIA LADY M

Al centro della riunione sempre in azione i giovani cavalli di 3 anni con questo handicap sul miglio allungato di pista media di discreta categoria. Nonostante i chili che deve rendere a tutti e nonostante la distanza sia un filo corta, Valhalla arriva da una prestazione assolutamente valida che può bastare per chiudere una partita come questa. Damachi ha steccato nel suo impegno più recente, ma sulle precedenti apparizioni si può considerare come il capofila dell’opposizione, tra cui fila si annoverano anche Lugana Dream, che torna allo stesso livello in cui ha vinto, e Tajine, regolarissima e con le sue brave possibilità. Attenzione anche ad eventuali movimenti di scommesse su Lagherta Girl e Soldier Of Rome.

QUINTA CORSA – PREMIO SAN SIRO SPRINT/7a ELIMINATORIAIppica ippodromo scommesse

Nella seconda parte torna si scena la dirittura con una nuova Eliminatoria del San Siro Sprint, quella sulla distanza minima e aperta a tutti. Lettura in linea teorica molto semplice, con Etoile de Vallarsa che ha appena battuto un rivale fortissimo confermando ancora una volta la sua tremenda efficacia sulla pista e la distanza meritando di conseguenza una nomination logica. Sioux Sweet e Silando stanno correndo altrettanto bene e non faranno nessun tipo di sconto, con gli stessi Ilomilo e Goinga Fast che restano sempre avversari complicati da affrontare. Nessuno poi si dimentica de La Freccia Nera, chiaramente in grado di dire la sua, con Tilly The Filly nel ruolo di sorpresa non impossibile.

SESTA CORSA – PREMIO DARIO PELLEGATA

Come penultima ecco l’Handicap Limitato sul miglio di pista media per i 3 anni come da tradizione intitolato a Dario Pellegata. Qualità e quantità e valori sottilissimi alla vigilia, con una nomination giocoforza sottile orientata su Cult Figure, che torna ad un compito meno improbo rispetto al Parioli, ricordando soprattutto l’impressione favorevole che aveva lasciato nella sua vittoriosa maiden di inizio stagione. Altrettanto solida la chance di Pamunkey, che ha corso bene anche su distanza limite e che torna nel suo habitat naturale, e pure quella di Finch, che finalmente ha vinto la prima della carriera. Burrobirra debutta in handicap con un curriculum che parla da solo, ma tutti quelli al via possono legittimamente sperare almeno in un posto nel marcatore.

SETTIMA CORSA – PREMIO MARIO CIPOLLONI

La ‘prima’ di giugno e il bel sabato di galoppo all’Ippodromo Snai San Siro di Milano si chiude con l’Handicap Limitato per i 3 anni sul doppio chilometro di pista media che ricorda con affetto Mario Cipolloni. Altro contesto di assoluto spessore, come da tradizione per questa corsa, con Billy Jango che è solo uno dei possibili candidati e che magari avrebbe preferito una distanza superiore, ma che arriva da una vittoria da classico circoletto rosso. Beholder non ha a caso il top weight e sarà tra i più gettonati, ma pure Fly High e Siray non scherzano niente, mentre il solidissimo Lethal Dock intriga non poco allungato su questa distanza. Rising Place ed Henry Of Star sono altri due veleni non indifferente, e ce ne sarebbero altri.

La prossima giornata di corse è in programma giovedì 6 e poi, come già accennato, il super appuntamento di domenica 9 giugno, il classico in ‘rosa’ con le Oaks d’Italia, corsa di Gruppo II, e il Premio del Giubileo – Trofeo Snai Pay (Gruppo III). cdn/AGIMEG