Ippodromo Snai San Siro, mercoledì ultima di galoppo prima della pausa estiva

All’Ippodromo Snai San Siro di Milano l’ultimo appuntamento con il galoppo prima della pausa estiva che durerà fino al 9 di settembre quando riprenderà la stagione per la sessione autunno-inverno. Sarà un mercoledì spettacolare con sette prove a partire dalle ore 18:20 per la 30^ giornata e con in evidenza le due listed valide per il Premio Giuseppe De Montel e il Gino e Luciano Mantovani.

Ma sarà anche una serata all’insegna della festa e dell’intrattenimento per tutti a partire dalle ore 18 con musica, animazione per bambini nelle apposite aree, dei buoni aperitivi a bordo pista o al tondino, e molto altro ancora anche dopo la fine delle corse.

Mercoledì l’accesso al pubblico dai cancelli di piazzale dello Sport 16 è possibile già dalle ore 17.

PROGRAMMA – DALLE ORE 18:20

PRIMA CORSA – PREMIO BRUNO HROVATIN

Apertura della riunione con il Quintè, un Handicap Limitato sui 1.400 metri in dirittura aperto a tutti che ricorda il mitico e conosciuto appassionato di ippica, assiduo frequentatore di San Siro, Bruno Hrovatin, detto “Gesù”. Corsa micidiale dove può accadere di tutto e dove la scelta cade su Summer Lady, vincitrice dell’Apertura sulla pista e la distanza e che in seguito non è certo stata fortunata. L’ultraconsistente Schiele e il lanciatissimo 3 anni Ottanese che punta alla hat-trick sono altri due da prima linea, dove ci sono anche l’ospite romano Charlie’s Jamboree e un Some Respect che in estate rifiorisce alla grande. Molto insidiosi anche Rough Rustic fresco vincitore del Santiago Soto Sprint e Calajunco reduce da due solide piazze d’onore.

SECONDA CORSA – PREMIO GIANFRANCO VERRICELLI

La parte di programma per i 2 anni comincia da qui, dalla maiden sui 1.500 metri di pista media intitolata a Gianfranco Verricelli. Contesto decisamente competitivo, dove molti hanno già fatto vedere di saper galoppare, e se Tempus Erat può mettere sul piatto la sua esperienza restando tra i migliori in maniera molto logica, ancor più di lui intriga Frozen Sunrise, che ha esordito molto bene dietro una rivale imbattibile e che avrà tratto molto insegnamento dopo aver assaggiato il clima agonistico. Il Professur e Kampur Joy sono altri due ovvi ed attesi protagonisti, e non va escluso Tiger Shark sulla prestazione del suo debutto.Ippica ippodromo scommesse

TERZA CORSA – PREMIO GIUSEPPE DE MONTEL

Sempre 2 anni in azione e si comincia a fare sul serio con il De Montel, attesissima listed sui 1400 metri di pista media per maschi e castroni. Fascino a profusione, dove per forza di cose si pesca tra uno dei cinque che si presentano da una vittoria, una più convincente dell’altra e tutte con chiare promesse che il bello deve ancora venire, e allora si va giocoforza sull’impressione e l’Hanting che si è sbarazzato della concorrenza al debutto, lo ha fatto con il piglio e l’autorevolezza dell’elemento non comune. El Buitre è imbattuto e nella condizionata di preparazione ha letteralmente passeggiato, mentre Paparemobeach ha denotato una certa immaturità lasciando pertanto intendere grosse potenzialità. Le stesse che possono avere Eagle Force e Bono Of Love che ha bypassato il Primi Passi per questo target.

QUARTA CORSA – PREMIO GINO E LUCIANO MANTOVANI

Tocca alle femmine di 2 anni con in Mantovani la listed gemella in rosa della precedente sui 1.400 metri di pista media. Anche qui non mancano quelle che fanno sognare, come Fast Spirit ad esempio, che ha spaziato a piacimento nel suo vittorioso esordio mostrando di conoscere già molto bene il suo lavoro. Quel giorno le finì dietro Grand Embassy, che però alla seconda della carriera è venuta avanti in maniera terrificante e che può provare a prendersi la rivincita, e, a proposito di miglioramenti, pure Eyelashes si è messa ben alle spalle il suo debutto già valido, con una vittoriosa maiden in grandissimo stile. Ladise è un’altra che affronta l’impegno con ambizioni più che giustificate, ma pure Chewbacca e Nobile Del Colle possono legittimamente puntare ad un posto al sole.

QUINTA CORSA – PREMIO GIGGIONE

Nella seconda parte del programma tutto da vedere questo handicap per i cavalli di 3 anni ed oltre di buona categoria sui 1.800 metri di pista media sponsorizzato dalla Scuderia Giggione. Non si fa certo fatica a trovare candidature autorevoli in questa compagnia dalla forma generale assolutamente solida, e in quanto a solidità, Trevithick è un esempio chiaro e lampante e può capitalizzare al meglio lo steccato favorevole. Swooping Eagle e Han Solo sono altrettanto encomiabili e ci proveranno di brutto, così come The Great Brozo, spesso poco fortunato ma sempre sul pezzo. Daaree invece arriva da una prova un po’ al di sotto delle aspettative, ma il probabile schema tirato è quello che preferisce, e anche i vari Regency Buck, Universoemarmo e Voices From War sono tutti perfettamente in grado di puntare al bottino pieno.

SESTA CORSA – PREMIO MARBYE

Alla penultima uscita della serata il livello torna a salire con la condizionata di ottimo spessore per le femmine di 3 anni ed oltre sul miglio. Compagnia del livello che ci si aspettava, e, senza inventare niente, si va con White Lips, regolare, affidabile e di fatto quella con il numero più recente migliore da mettere sul piatto. Sabry Del Lupo gli è finita vicinissima nelle Royal Mares a conferma del momento super che sta vivendo e può puntare al bottino pieno, e la stessa Aquila Reale può riscattarsi subito. Mysterious Shadow invece non ha rispettato finora le grandi aspettative che aveva creato ma ha la classe e la qualità per riabilitarsi in vista della stagione autunnale. Nomellina invece deve ancora fare i conti con il suo carattere e resta una mina vagante.

SETTIMA GIORNATA – PREMIO HOBBY SPORT CORSICO

A chiudere la prima parte della stagione di galoppo all’Ippodromo Snai San Siro di Milano, in attesa dall’apertura di quella di trotto dall’11 luglio, un handicap di buona categoria per i velocisti di tutte le età sullo sprint puro dei 1.000 metri sponsorizzato da Hobby Sport Corsico. Una chiusura perfettamente adeguata alla competitività dell’intera stagione, e tra i tanti nomi spendibili per una nomination autorevolmente giustificata, c’è quello dell’ospite romano Light Up My Dream, specialista della distanza minima e con due recenti piazzamenti all’attivo di notevole spessore. Chi non ci crede non ha che l’imbarazzo della scelta tra il giovane Sopran Prato che ha corso alla grandissima anche sul miglio, il runner-up del Santiago Soto Sprint Danny Ocean o il runner-up della Finale del San Siro Sprint Flying Horse, entrambi efficaci anche con il furlong in meno. Oppure ancora un Silando reduce da una stagione ottima o una Your Wish rivista tonica, oppure ancora dal qualitativo Sopran Marte, che dopo un paio di corse di rodaggio può aver trovato la condizione.

Arrivederci, con il galoppo, a lunedì 9 settembre con l’avvio della sessione autunno-inverno fino alla conclusione della stagione 2024 fissata per sabato 30 novembre. cdn/AGIMEG