Gioco online: Andalusia contro pubblicità scommesse e bingo, il 38% trasmessa in fascia protetta

E’ guerra in Andalusia contro la pubblicità del gioco via internet. Il Consiglio Audiotelevisivo (CAA) della regione spagnola ha chiesto al Governo una regolamentazione legislativa sulla pubblicità alla radio e in tv di scommesse, poker e bingo, dopo aver riscontrato “ampie irregolarità” in questo ambito. “Le norme sono troppo flessibili e confuse”, ha espresso in una nota il CAA, riportando i numeri del fenomeno pubblicitario relativo al gioco online estrapolati da un anno di programmazione televisiva e radiofonica. Se il 96% dei messaggi, soprattutto in radio, passa tra le frasi dei conduttori senza distinzione tra pubblicità e intrattenimento, nel 65% dei casi si incita al gioco online e poche volte si evidenzia che il gioco è una prerogativa dei maggiorenni (solamente nel 21% dei casi). Il CAA evidenzia inoltre come non vengano rispettate le fasce orarie a tutela dei minori: il 33% della pubblicità delle scommesse sportive e ippiche online, infatti, avviene nelle fasce protette, percentuale che supera il 38% per giochi come il bingo. lp/AGIMEG