Casinò Campione d’Italia: il 3 novembre prossimo pronuncia della Cassazione sul “congelamento” del fallimento

La Cassazione ha indicato nella data del 3 novembre prossimo l’udienza per il ricorso sul fallimento del casinò di Campione. Si tratta dell’ultimo atto di una vicenda iniziata due anni fa e che ripercorriamo insieme all’avvocato Paolo Leone. Nel 2018 il Tribunale di Como dichiarò il fallimento della casa da gioco. Contro il fallimento fecero ricorso in Corte d’Appello diversi creditori. La Corte d’Appello decise che andava rifatta la procedura di fallimento, di fatto congelando lo stesso. A questo punto scattò il ricorso, contro la sentenza della Corte d’Appello, della Banca di Sondrio e dei curatori fallimentari che si rivolsero alla Cassazione che il 3 novembre si pronuncerà sulla questione. “Ritengo che a seguito di quello che deciderà la Cassazione sarà quanto mai opportuno, per far riaprire il casinò così come previsto dalla legge che prevedeva la nomina del Commissario – ha dichiarato ad Agimeg l’avvocato Paolo Leone – un intervento legislativo per riaprire agli investitori privati e dargli la possibilità di finanziare e gestire il casinò, unica risorsa della comunità di Campione d’Italia”. es/AGIMEG