DL Crescita: deputati M5S ritirano la firma da emendamento Ruocco che esclude sale scommesse e punti gioco da agevolazioni per ampliamento locali

Alla Camera, nelle commissioni riunite V (Bilancio, tesoro e programmazione) e VI (Finanze), durante l’esame del DL “Misure urgenti di crescita economica e per la risoluzione di specifiche situazioni di crisi”, i deputati Cancelleri, Martinciglio, Ruggiero (M5S) hanno ritirato la propria firma dalla proposta emendativa Ruocco che prevede “la concessione di agevolazioni in favore dei soggetti, esercenti attività nei settori di cui al comma 2, che procedono all’ampliamento di esercizi commerciali già esistenti o alla riapertura di esercizi chiusi da almeno sei mesi, siti nei territori di comuni con popolazione fino a 20.000 abitanti”. “Sono comunque escluse dalle agevolazioni previste dal presente articolo l’attività di compro oro, definita ai sensi del decreto legislativo 25 maggio 2017, n. 92, e l’attività di vendita di articoli sessuali («sex shop»), nonché le sale per scommesse o che detengono al loro interno apparecchi da intrattenimento”. Inoltre, in merito al DL Crescita, è stata trasmessa alla V Commissione (Bilancio), alla VI Commissione (Finanze) e alla X Commissione (Attività produttive) la segnalazione del Presidente dell’Autorità di regolazione per energia, reti e ambiente relativamente all’utilizzo delle disponibilità finanziare dei conti gestiti dalla Cassa per i servizi energetici e ambientali. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here