San Marino: Green Pass necessario per sale giochi, bar e ristoranti. Esteso stato di emergenza sanitaria fino al 30 aprile 2022

A San Marino, è stato esteso lo stato di emergenza sanitaria fino al 30 aprile 2022. Il Congresso di Stato con il Decreto 197 che resterà in vigore fino al 14 gennaio 2022 ha stabilito le nuove misure a contrasto del Covid.

In particolare, riporta San Marino RTV, la certificazione COVID‐19 ha una validità di una settimana a partire da quindici giorni dalla prima dose; oppure nove mesi a far data dal completamento del ciclo vaccinale. Nove mesi la validità dei certificati anche dopo la dose booster. La certificazione di avvenuta guarigione ha una validità di sei mesi. 72 ore la validità dei test molecolare, 48 per quello antigenico. La conta anticorpale con esito positivo ha una validità di un mese.

Obbligatoria la mascherina nei luoghi pubblici sia per gli utenti che per gli operatori dai 6 anni in su. Nelle attività economiche con somministrazione di alimenti e bevande è obbligatorio indossare la mascherina all’entrata, all’uscita, durante ogni spostamento interno, così come è obbligatoria durante la sosta in fila per accedere al servizio mensa dove è necessario anche un distanziamento di almeno 1,5 metri. Obbligatorio indossare la mascherina sui mezzi di trasporto pubblici. Consigliato l’utilizzo dei dispositivi di protezione delle vie respiratorie anche all’aperto, diventa obbligatoria in caso di eventi o qualora non sia possibile mantenere un distanziamento interpersonale di almeno 1,5 metri.

Il Green Pass è necessario per accedere alle attività economiche di somministrazione di alimenti e bevande al chiuso, quali bar, ristoranti, mense e strutture ricettive in genere, sale giochi, luoghi della cultura, congressi e meeting, nonché alle strutture sportive pubbliche e private. La partecipazione alle attività degli organi istituzionali e all’attività istituzionale in genere è subordinata al possesso della documentazione sanitaria. Per accedere a discoteche, sale da ballo, night club e simili è necessaria la vaccinazione.

Nelle attività economiche con somministrazione di alimenti e bevande al pubblico possono essere serviti unicamente i clienti che, in base all’applicazione del distanziamento di almeno 1,5 metri tra tavoli adiacenti, trovano posto al tavolo all’interno o all’esterno dei locali in un numero massimo, per ciascun tavolo, di sei persone: limite che non si applica qualora si tratti di conviventi o persone tutte quante vaccinate.

L’accesso dell’utenza alle strutture sanitarie pubbliche e private è consentito solo con il possesso di uno della documentazione sanitaria in corso di validità. Può prestare la sua opera, all’interno delle strutture sanitarie private, solamente il personale sanitario vaccinato.

Nelle sale di musei cinema e teatri il pubblico può essere ospitato nella misura dell’80% della capienza massima prevista. È prescritto per il pubblico l’uso della mascherina. Non è consentita alcuna consumazione all’interno delle sale, ma unicamente nell’area bar. Capienza all’80% anche per riunioni e assemblee.

Le cerimonie religiose e civili sono consentite per tutti i culti praticati nella Repubblica di San Marino nel rispetto delle misure igienico-sanitarie e dei presidi di sicurezza stabiliti.

Obbligatoria la mascherina per tutti gli utenti che accedono all’interno delle scuole. L’accesso alle strutture sportive pubbliche e private al chiuso, nonché lo svolgimento di attività sportive collettive o individuali di contatto all’aperto è consentito a coloro che siano in possesso della documentazione sanitaria e ai minori di età inferiore ad anni 16. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here