Lazio, Lega: “Regione subito in zona bianca, attività come bingo, sale slot e sale giochi possono ripartire dopo mesi di chiusure”

“La Regione Lazio ha già ampiamente raggiunto il tasso di incidenza regionale necessario per divenire zona bianca, cioè per ogni 100 mila abitanti, i casi di Covid non devono essere superiore a quota 50, e il Lazio attualmente si attesta a 46, con un Rt a 0.74. Perfette, quindi, le cifre per poter procedere al passaggio del Lazio in zona bianca, perché Zingaretti soprassiede? Pur mantenendo l’obbligo di mascherina, il distanziamento e il divieto di assembramenti, la zona bianca garantirebbe a molti commercianti di riprendere a vivere e in questi momenti anche 10 giorni possono fare la differenza, dopo un anno e mezzo di chiusura”. Lo affermano in una nota Maurizio Politi, capogruppo Lega in Assemblea Capitolina, e Flavia Cerquoni, dirigente Lega Roma. “Con la zona bianca, ad esempio potranno riprendere i festeggiamenti dopo le cerimonie, potranno riprendere a lavorare le piscine al chiuso, i parchi a tema, le sale giochi, i centri termali, i centri benessere, le sale bingo o slot. Insomma tante attività che hanno resistito senza dichiarare fallimento che potranno finalmente riprendere una vita normale. E’ doveroso che il Governatore Zingaretti pensi alle categorie che si troveranno ancora ad aspettare senza guadagni, quando in realtà i numeri per la zona bianca, il Lazio li ha già raggiunti. Soprassedere ancora, vuol dire condannare l’economia di troppi cittadini”. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here