Random Number Generator: il cervello segreto delle slot machine

Da intrattenimento per le mogli dei giocatori d’azzardo nelle storiche sale da gioco dei primi anni del Novecento, ad una delle principali attrazioni dei casinò resort del terzo millennio.

L’evoluzione delle slot machine dal punto di vista filosofico a seguito passo dopo passo quella tecnologica, trasformando radicalmente quelle macchine vetuste che utilizzavano molle e tensioni per determinare il punto dove i rulli si sarebbero dovuti fermare, in sofisticate macchine elettroniche che determinano l’esito di ogni giro di bobine e di conseguenza le possibilità di vittoria del giocatore.

Dalla prima macchinetta progettata da Charles Frey nel 1899, la famigerata “The Liberty Bell”, alle sofisticate Vlt, il cervello delle slot machine ha subito un evoluzione senza precedenti nel campo della scienza. Il suo funzionamento è regolato da una struttura sconosciuta anche agli assidui frequentatori delle sale da gioco, ovvero il Random Number Generator (RNG). Dal punto di vista tecnico, come spiega nel dettaglio la guida fornita dal sito tematico http://www.slotgratisonline.org/ “si tratta di un generatore random di numeri che inizia a funzionare non appena la slot machine viene accesa e che fa uscire numeri interi, solitamente compresi tra 1 e diversi milioni, per centinaia di volte al secondo. Il momento esatto in cui la slot viene azionata (tramite leva o pulsante), il computer registra alcuni numeri successivi rilasciati dal generatore casuale di numeri, dopodiché li processa tramite un complesso programma che determina il valore della giocata, determinando, in poche parole, dove i rulli si debbano fermare”.

 

Le slot machine non possono essere taroccate

Tutti coloro che ipotizzano l’esistenza di una programmazione ad hoc per svuotare il portafoglio dei giocatori, rimarranno delusi dal fatto che ogni combinazione di numeri generata dall’RNG è completamente indipendente da fattori esterni o dalle combinazioni delle giocate precedenti. In parole semplici, le slot machine non possono essere taroccate ad arte dai gestori del servizio, pertanto appassionati e giocatori occasionali hanno per ogni rotazione dei rulli le stesse probabilità di vincere il jackpot o tornare a casa con le pive nel sacco.

Nella loro infanzia, le rumorose e pesantissime slot machine, erano soggette a manomissioni e trucchi da parte dei giocatori, come ad esempio quello rudimentale di fermare uno dei rulli a proprio piacimento grazie all’inserimento di piccoli bastoncini. Un espediente che ai giorni nostri sembra quasi ridicolo. Nell’era tecnologica, invece, la posizione dei rulli dopo lo “spin” iniziale è frutto esclusivamente di un complesso algoritmo matematico fondato su quozienti e comparazione di tabelle excel ad opera di un computer.

L’evoluzione finale è stata completata (per il momento) dalle slot machine online, versione 2.0 delle video slot, che stanno monopolizzando l’attenzione di tutti i casinò virtuali presenti nella Rete grazie a tematiche coinvolgenti, quali dei remake di film hollywoodiani, e modalità di gioco in stile arcade. La ciliegina sulla torta alla passione per le slot è stata posta da bonus e jackpot milionari offerti dai colossi del gambling internazionale.