Confimi Industria: “La lotteria degli scontrini può aspettare”

“Servono rassicurazioni urgenti sulla remissione in termini di versamenti e adempimenti”. Lo ha chiesto Confimi Industria riferendosi al Decreto Cura Italia. Secondo Confimi Industria, le proroghe a fine maggio previste per i soli soggetti con ricavi o compensi non superiori a 2 milioni di euro sono insufficienti. Le stesse misure vanno estese a tutti i soggetti che alla mezzanotte del 25 marzo dovranno chiudere i battenti fino al prossimo 3 aprile. “La proroga a fine maggio va estesa anche alla sospensione degli adempimenti, diversi dai versamenti e va chiarito che riguarda anche i termini di emissione della fattura e dei corrispettivi telematici in regime transitorio”, aggiunge Confimi. “Anche la lotteria degli scontrini può aspettare”, conclude. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here