Goldbet, Tribunale di Prato dispone una nuova archiviazione nella vicenda Zungri

Il Tribunale di Prato, il 4 marzo scorso, si è pronunciato ancora sulla vicenda relativa alla signora Concetta Zungri, assistita dall’avv. Marco Ripamonti e ha disposto l’archiviazione del procedimento. A darne notizia in una nota il bookmaker austriaco Goldbet che spiega: “Il provvedimento è diverso da quello relativo all’Ordinanza della Corte di Giustizia del 16 febbraio 2012, ed è già stato definito in precedenza dal Tribunale di Prato con un’altra archiviazione. Il GIP prende in esame proprio i contenuti della precedente archiviazione, ribadendo l’estensione dei principi della Sentenza Costa/Cifone al caso GoldBet, conclusione avvalorata dall’ordinanza CE e da numerose altre pronunce susseguitesi negli ultimi tempi”. In particolare il bookmaker ripporta un passaggio della pronuncia: “GoldBet in quanto titolare di una valida concessione rilasciata dallo stato di appartenenza può operare in Italia in virtù dell’illegittimità della gara Bersani, a patto che non vi siano motivi di ordine o di sicurezza pubblica. Peraltro deve ritenersi che tali requisiti sono stati valutati positivamente in quanto la società italiana Totobetting srl, controllata da GoldBet, ha partecipato alla gara del 2006 ottenendo due concessioni ministeriali”. rg/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here