GazzaBet, la firma tra Rcs e Playtech dovrebbe arrivare dopo l’Ice di Londra

Sembra essere alle battute finali la definizione dell’accordo che legherà il gruppo Rcs, deciso a sbarcare nel settore delle scommesse sportive on line con il marchio “Gazzabet”, all’azienda israeliana Playtech, che fornirà la tecnologia e la consulenza per l’avvio, la gestione e lo sviluppo dell’attività di raccolta di gioco. Secondo indiscrezioni raccolte da Agimeg, la firma dell’accordo potrebbe arrivare subito dopo l’Ice, la più grande manifestazione europea legata al settore del gaming, che si svolgerà la prossima settimana a Londra. Ricordiamo che Rcs ha acquistato per circa 300.000 euro la concessione, una delle cosiddette “comunitarie”, di Neomobile. Si tratta di una concessione che scadrà nel 2020. Ma nonostante sia proprietaria di una concessione, Rcs starebbe trattando con un importante concessionario la possibilità di una collaborazione per ottimizzare il lancio del prodotto. Gazzabet dovrebbe vedere la luce a giugno, in concomitanza con i Mondiali di Calcio che si svolgeranno in Brasile. Il progetto è quello di essere a regime entro un anno. sb/AGIMEG