Pasquale Chiacchio (Pres. AGSI) ad Agimeg: “Ci battiamo per uno stabile tavolo di confronto politico per non farci trovare impreparati ad eventuali nuove restrizioni”

“Appoggio completamente quanto scritto dal direttore di Agimeg, Fabio Felici. A un eventuale nuovo lockdown potremmo non essere più in grado di difenderci, per questo motivo anche dopo le riaperture non ci siamo mai fermati, restando in contatto con una parte politica del governo a cui abbiamo chiesto il sostegno per organizzare un tavolo di confronto dove riscrivere, con tutte le parti in causa di tutti gli operatori del settore del gioco, le nuove regole del settore”. E’ quanto ha dichiarato ad Agimeg Pasquale Chiacchio, Presidente dell’Associazione Gestori Scommesse Italia (AGSI) e candidato alle prossime regionali con Italia Viva nel collegio Napoli e provincia. “Il settore ha bisogno di nuove regole, non può più essere considerato un bancomat dello Stato. Io sono candidato alla prossime regionali in Campania nelle liste di Italia Viva, a cui abbiamo chiesto l’apertura di un tavolo di confronto per l’intero settore, che coinvolga i rappresentati dal settore delle scommesse a quello dell’ippica. Se  diminuiscono i ricavi a causa dei continui prelievi fiscali – ha proseguito Chiacchio – le aziende di gioco chiudono e i primi a dover abbassare la saracinesca saranno gli esercenti”.
“La nostra candidatura è una candidatura per l’intero settore, di tutti i rappresentanti di tutti i settori”, ha proseguito Chiacchio. “E’ necessario instaurare un confronto con il Governo prima che si legiferi in materia di gioco, dopo sarebbe troppo tardi e non potremmo portare sul tavolo le nostre istanze. Solamente chi è competente e serio può portare avanti proposte e far capire a chi legifera come funziona il nostro settore, che necessita di nuove regole: vanno abbassati i prelievi in modo sostenibile, va riformata l’ippica, evitando che a fine anno, quando è il momento di far quadrare i conti, lo Stato chieda ancora più soldi al nostro comparto – ha concluso Chiacchio – dobbiamo farci rispettare”.
“Devo fare i complimenti agli amici Pasquale Chiacchio ed Antonio Guitto per il grande lavoro che stanno facendo a sostegno dell’intero comparto del gioco legale. Un lavoro che non si è mai interrotto neanche nel periodo vacanziero e che ho avuto personalmente modo di apprezzare. Anche per questo daremo il massimo supporto al Presidente dell’AGSI Pasquale Chiacchio, affinché possa essere eletto ed avere così una persona preparata e di spessore, all’interno del mondo politico, che possa tutelare le legittime aspettative del settore”, ha dichiarato il direttore di Agimeg, Fabio Felici. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here