Casinò di Venezia. Le quote di mercato che contano sono solo quelle degli incassi

“Non è nostra abitudine paragonarci agli altri Casinò perché ci atteniamo all’accordo stabilito da Federgioco, ma poiché il Casinò di Campione utilizza solo i dati che gli sono favorevoli, è opportuno fare chiarezza” ha dichiarato in una nota il casinò di Venezia.

La flessione degli incassi 2012 del Casinò di Venezia -al netto delle mance- nel confronto con l’anno precedente è stata pari al 16,3% che rappresenta il miglior risultato di settore relativo nel panorama nazionale dei Casinò. La contrazione del mercato nazionale è stata infatti pari al 18% (quasi 19% senza il Casinò di Venezia).

Per quanto attiene al confronto degli incassi con le altre Case da Gioco italiane vengono evidenziati i seguenti andamenti degli incassi da gioco (al netto dei proventi aleatori) dell’anno 2012 rispetto al 2011:

Ø       Settore Giochi tradizionali: Venezia-8,5%, Campione -22,3%.

Ø       Settore Slot Machines: Venezia-20,7%, Campione -13,6%.

Ø       Incassi totali: Venezia-16,3%, Campione -16,7%.

Venezia è stata quindi di gran lunga la best performer nel settore dei giochi tradizionali, vero elemento distintivo delle Case da Gioco all’interno di un più ampio settore – quello del gioco d’azzardo – in cui la concorrenza soprattutto da parte dei giochi di stato è sempre più forte, e anche negli incassi totali.

Per quanto attiene alle quote di mercato 2012 il Casinò di Venezia continua ad essere leader di settore con una quota complessiva di mercato del 34,9% (35,3% nel settore tavoli e 33,8% in quello delle slot machines).

Quote di mercato 2012 e differenza su 2011

Ø       Settore Giochi tradizionali: Venezia 35,3% (+3,4%), Campione 23,4% ( -1,5%).

Ø       Settore Slot Machines: Venezia 33,8% (-0,9%), Campione 29,8% (+1,7%).

Ø       Incassi totali: Venezia 34,9% (+0,7%), Campione 27,1% (+0,4%).

Un aspetto da rilevare è la differenza tra l’andamento percentuale degli ingressi e quello degli incassi. Ad eccezione del Casinò di Venezia, i Casinò italiani registrano una contrazione degli ingressi inferiore rispetto a quella degli introiti. La scelta di Venezia è stata quella di eliminare i visitors che affollano le sale ma non giocano; altri casinò incrementano, invece, il numero degli accessi alle loro sale con ticket che danno diritto a drink gratuito, senza però avere effetti altrettanto positivi sull’incasso.

Delta Ingressi 2012 su 2011Venezia -15,8%, Campione -3,1%.

Se poi andiamo a vedere i risultati di bilancio, il confronto è impari a favore di Venezia.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here