Operazione DNA, Dominobet: “Totalmente estranei a tutti i fatti”

Giochi e scommesse online al centro degli interessi della criminalità. Tre diverse indagini delle procure di Bari, Reggio Calabria e Catania, coordinate dalla Direzione nazionale antimafia e antiterrorismo, hanno portato all’arresto di 68 persone e al sequestro di beni in Italia e all’estero per oltre un miliardo di euro. In particolare la società Dominobet, in merito a tale vicenda, si è dichiarata estranea alle contestazioni. “La Società CST Centro Servizi Tecnici S.r.l., titolare del dominio “www.dominobet.it”, in relazione all’inchiesta coordinata dalla DNA, di concerto con le Procure di Reggio Calabria, Bari e Catania, dichiara di essere totalmente estranea a tutti i fatti di cui all’inchiesta stessa dai quali, anzi, emerge la propria posizione di soggetto danneggiato e parte offesa. Riserva, pertanto, di costituirsi parte civile nei confronti dei soggetti che risultassero responsabili di eventuali abusi o utilizzi strumentali del proprio dominio e ha già conferito mandato al proprio legale affinchè venga chiarita al più presto la propria posizione ai fini del regolare ripristino di tutti i servizi”. E’ quanto comunica la società in una nota. cdn/AGIMEG