Mira (VE): mancato rispetto del divieto di oscurare le vetrine degli esercizi con slot, in poche settimane elevate multe per 30mila euro

Pugno duro contro il gioco irregolare nella Città Metropolitana di Venezia. Divieto di oscurare le vetrine degli esercizi commerciali che ospitano le slot, a Mira già sono state elevate in poche settimane multe per 30mila euro. “La normativa regionale risale allo scorso settembre, invito i titolari degli esercizi di Mira interessati a mettersi in regola poiché le sanzioni sono molto alte, variano infatti da un minimo di 2mila a un massimo di 6mila euro per ogni apparecchio”, ha sottolineato Fabio Zaccarin assessore alla Sicurezza. “Abbiamo elevato sanzioni per circa 30mila euro in poche settimane. Abbiamo verificato che alcuni bar o altri esercizi non avevano provveduto a togliere le tende oscuranti o le vetrofanie che impedivano la visuale. Invito tutti a rispettare le leggi”, ha aggiunto l’assessore. La Regione ha infatti adottato una serie di misure volte a contrastare il gioco patologico e che prevedono tra le altre, la dislocazione di esercizi che ospitano slot lontani 400 metri dai luoghi sensibili e il divieto di oscurare le vetrine. Inoltre, recentemente – riporta Il Gazzettino – sono state imposte anche delle nuove fasce orarie vietando l’utilizzo delle slot dalle 7 alle 9, dalle 13 alle 15 e dalle 18 alle 20. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here