Lissone (MB): via libera al nuovo Regolamento sul contrasto del gioco d’azzardo patologico. Distanziometro e limiti orari per sale e apparecchi da gioco

Via libera del Comune di Lissone, nella provincia di Monza e della Brianza, al nuovo “Regolamento per la prevenzione a il contrasto delle patologie e delle problematiche legate al gioco d’azzardo lecito”. La normativa ha valenza per le nuove aperture e le nuove installazioni di apparecchi da gioco. Secondo quanto previsto dal regolamento le slot devono rimanere spente dalla mezzanotte del giorno precedente alle ore 10, dalle ore 13 alle 14.30 e dalle ore 19.30 alle ore 20.30. La normativa prevede inoltre per i locali che ospitano apparecchi da gioco l’esposizione di un cartello con scritte riguardanti i rischi della ludopatia e gli orari di funzionamento delle slot. Vietata inoltre l’apertura di sale gioco e l’installazione di apparecchi a meno di 500 metri dai luoghi ritenuti sensibili. Ampliati anche i luoghi sensibili: sono 71 le aree “no slot” già individuate sul territorio comunale. “Il nostro obiettivo non è certo vietare il gioco, peraltro consentito a livello nazionale, ma combattere il rischio che questo diventi una patologia non solo per i soggetti che vi rimangono coinvolti, ma anche per le loro famiglie”, ha detto Concettina Monguzzi, sindaco di Lissone. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here