M5S Latina: “Provincia è Eldorado delle sale slot”. Presentata mozione per 8 ore al giorno di utilizzo slot e vlt, distanziometro e incentivi per chi rimuove gioco d’azzardo

Mettere un freno al gioco d’azzardo attraverso una mozione che prevede la riduzione ad 8 ore al giorno dell’accensione ed utilizzo di slot e vlt, applicazione del distanziometro, sgravi economici per gli esercenti che rimuovono il gioco dalla propria attività e divieto di pubblicità delle attività di gioco. E’ quanto prevede la mozione sottoscritta dai consiglieri del Movimento 5 Stelle di Latina anche se il testo, come spiegano i pentastellati, “è aperto ad eventuali osservazioni ed integrazioni perché questa non deve essere una battaglia di una singola forza politica, ma una lotta unanime di civiltà”. Secondo i consiglieri “la provincia di Latina rappresenta una delle Eldorado delle sale slot” e “nelle ultime settimane le indagini delle forze dell’ordine hanno messo in luce come la nostra provincia sia un territorio facilmente penetrabile dalle organizzazioni criminali che in alcuni casi fanno proprio del gioco d’azzardo un vero e proprio business. A destarci preoccupazione dunque a necessitare di un maggiore controllo sono le fasi di avvio delle attività, quelle di gestione e controllo del mercato che può essere più soggetto ad infiltrazioni mafiose come ha testimoniato la recente operazione ‘Dirty Slot’ partita, secondo le indagini della Procura e della Dda di Lecce, che ha disposto arresti e sequestri, dalla Puglia per mano della Sacra Corona Unita, arrivando fino alla nostra provincia. Così come la più recente operazione ‘Jackpot’ che vede tra i 38 soggetti finiti nelle indagini, indagati a vario titolo per associazione per delinquere finalizzata alla frode telematica per il gioco d’azzardo illegale, riciclaggio, intestazione fittizia di beni ed estorsione, aggravate dal metodo mafioso, anche concittadini della nostra provincia”. Per i consiglieri del M5S “è arrivato il momento di dire basta. Mettiamo un freno al gioco d’azzardo”. lp/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here