Giochi, Olivieri (assessore San Benedetto del Tronto): “Ordinanze disporranno chiusura delle sale recentemente sorte troppo vicino ai luoghi sensibili”

Focus sul gioco a San Benedetto del Tronto, nella provincia di Ascoli Piceno; giro di vite per le sale gioco della Riviera. In Comune intende sanzionare le attività che non rispettano le regole e soprattutto non posseggono tutti i requisiti. Si è tenuto un incontro, nei giorni scorsi, tra l’amministrazione e i funzionari della questura di Ascoli per definire i margini di intervento di cui il Comune dispone per evitare che queste attività sorgano in prossimità di luoghi sensibili. Una delegazione sambenedettese formata dall’assessore Filippo Olivieri e dai consiglieri Carmine Chiodi e Mario Ballatore si è recata in Questura per discutere del tema del gioco e la continua apertura di sale slot in Riviera. Quindi, poiché negli ultimi tempi sono state aperte nuove attività per le quali il Testo unico delle leggi di pubblica sicurezza prevede verifiche unicamente sui requisiti del richiedente, l’Amministrazione ha deciso di procedere ad una verifica dei requisiti delle sale così come comunicati al momento dell’apertura. Olivieri ha presentato negli uffici ascolani un dossier su alcune sale recentemente aperte che violano appunto il regolamento regionale. “Andremo verso un controllo a tappeto su tutta la città”, ha detto l’assessore. “Ci saranno sicuramente delle ordinanze dirigenziali che disporranno la chiusura delle sale recentemente sorte troppo vicine ai luoghi sensibili”. cdn/AGIMEG

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here